Busto Arsizio

Parla alle scuole l’associazione bustese Educarte. Laboratori tra Pinocchio e il divino Dante

Un laboratorio a BustoNovità in cantiere al Teatro Sociale di Busto. Recentemente è stato premiato dalla Fondazione Cariplo, con un contributo di 130mila euro, il progetto triennale dell’associazione culturale Educarte, “Cantiere per la formazione e per lo sviluppo della creatività artistica della persona”. Un riconoscimento che conferma l’impegno della realtà culturale bustese impegnata nei corsi “Attori in erba” e “Dalla Divina Commedia”, previsti dalla convenzione triennale stipulata in primavera tra l’amministrazione comunale di Busto Arsizio e la società Il teatro Sociale Srl.

Il progetto “Officina della creatività”, promosso dall’associazione culturale “Educarte”, è riservato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. All’interno di questa iniziativa si inseriscono i corsi di recitazione “Attori in erba” e “Dalla Divina Commedia”, laboratori teatrali di durata triennale, che hanno come scopo quello di avvicinare gli iscritti alle differenti arti dal vivo (teatro, danza, musica e canto), ma anche a tutte quelle forme di espressione artistica e culturale che fanno  parte del mondo dello spettacolo: drammaturgia, regia e messa in scena, storia del costume, sceno-tecnica e macchine teatrali, scenografia, costumistica, uso delle luci e dell’audio.

Il corso “Attori in erba”, destinato ai bambini delle scuole primarie, ha avuto inizio lo scorso maggio e vede, attualmente, il coinvolgimento di una sessantina di allievi di età compresa tra  i 6 e i 10 anni, che stanno studiando i primi rudimenti di recitazione, uso della voce ed espressività corporea con gli insegnanti dell’associazione culturale “Educarte” e della “Star Dance” di Turbigo.

Il primo anno di laboratorio teatrale è incentrato sul libro “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi; le lezioni, offerte gratuitamente ai residenti nella città di Busto Arsizio, hanno cadenza settimanale e si tengono in orario non scolastico nella giornata di giovedì, dalle 16.30 alle 18.30 presso il teatro Sociale di Busto Arsizio. Il saggio di fine anno, in programma  nel marzo 2010, prevede l’allestimento di uno spettacolo dal titolo “Tutti allegramente insieme a Pinocchio”, per la regia e con l’adattamento scenico di Delia Cajelli, che ripercorrerà, attraverso molti quadri corali e più interpreti di uno stesso personaggio, le tragicomiche peripezie del burattino più famoso del mondo e dei suoi tanti compagni di avventura, dal buon Geppetto, generoso dal cuore d’oro, al saggio Grillo parlante, dalla dolce Fatina dai capelli turchini all’orribile Mangiafuoco, senza dimenticare Lucignolo, compagno di sventure nel Paese dei balocchi, e il Gatto e la Volpe, forse la più famosa coppia di “briganti” della letteratura.

Due le repliche in cartellone, entrambe a ingresso libero e gratuito: una nella mattinata di lunedì 15 marzo 2010, riservata alle scuole primaria delle città e già “sold out”, e l’altra nella serata di martedì 16 marzo 2010, per il pubblico adulto. Nei due anni successivi, gli iscritti al corso “Attori in erba” saranno impegnati nella messa in scena di altri due testi classici per l’infanzia: “Cuore” di Edmondo De Amicis e “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry.

Il laboratorio teatrale per gli adolescenti e i giovani, intitolato “Dalla Divina Commedia”, è iniziato lo scorso ottobre e vede, attualmente, il coinvolgimento di una trentina di allievi, di età compresa prevalentemente tra i 15 e i 17 anni, impegnati nello studio di recitazione, dizione, uso della voce, espressione corporea e danza con gli insegnanti dell’associazione culturale “Educarte” e della “Star Dance” di Turbigo. A partire dal primo trimestre del 2010, si aggiungeranno al corpo docente una scuola di musica e i professori del liceo artistico “Paolo Candiani”, che insegneranno rispettivamente canto e scenografia. Il primo anno di corso è dedicato all’”Inferno” di Dante Alighieri; le lezioni, offerte gratuitamente ai residenti nella città di Busto Arsizio, hanno cadenza settimanale e si tengono in orario non scolastico nella giornata di lunedì, dalle 17.00 alle 19.00 presso il teatro Sociale di Busto Arsizio. Il saggio di fine anno, in programma nel maggio 2010, prevede l’allestimento di uno spettacolo dal titolo “Nel mezzo del cammin di nostra vita…”, per la regia e con l’adattamento scenico di Delia Cajelli, che si soffermerà sugli episodi più famosi, quelli tratti dai canti I, III, V, VI, XIII, XV, XXVI e XXXIII: la discesa negli inferi, l’amore contrastato tra Paolo e Francesca, il drammatico racconto del conte Ugolino, la storia di Ulisse come campione di “conoscenza”, il goloso Ciacco e la sua profezia sui danni prodotti dall’”ingordigia” dei potenti. Nei due anni successivi, gli iscritti al corso “Dalla Divina Commedia” saranno impegnati nella messa in scena delle altre due cantiche dantesche: “Purgatorio” e “Paradiso”.

8 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi