Calcio

Dos Santos lancia un Varese da record. Pareggio per la Pro

DosSantosLa nona vittoria consecutiva del Varese al Franco Ossola (1-0 al Lecco) vale la copertina della penultima giornata di andata: un girone intero senza lasciare lo straccio di un punto agli ospiti che si sono avvicendati a Masnago non s’era mai visto. Eguagliati i record stabiliti negli anni ’70 da Ascoli e Spal, nella prima partita del nuovo anno, il 10 gennaio contro il Como (non un match qualsiasi), ci sarà la possibilità di scrivere un pezzettino di storia. La Pro Patria, invece, si fa imbrigliare dal Monza (0-0) e rimane in zona playout.

Qui Varese. Non sono i soliti biancorossi spumeggianti: merito del Lecco, che se la gioca con intelligenza e merita i galloni di squadra che più ha messo in difficoltà il Varese in casa sua. Partita da 0-0 risolta da un episodio: a 11’ dalla fine si accende una mischia sull’ennesimo calcio d’angolo, la palla resta lì e Dos Santos (nella foto a sinistra) è il più rapido a calciarla nel sacco. Per il resto la banda Sannino ha ruminato un calcio volenteroso ma poco pungente, non riuscendo quasi mai a sfruttare il marchio di fabbrica del gioco sulle ali. Poche occasioni: la più nitida al tramonto del primo tempo, quando un rimpallo libera tre biancorossi davanti al portiere ma Ebagua gli calcia addosso. Il Lecco è veramente pericoloso solo nel convulso finale, ma Moreau fa buona guardia.

Peccato per l’accenno di rissa dopo il fischio conclusivo: Ebagua, già ammonito e probabilmente provocato dalla panchina bluceleste, perde la testa e viene espulso. Salterà Cremona e forse anche il derby col Como, sperando che arbitro e giudice non calchino la mano. Ciò che conta sono i tre punti, che condurranno il Varese a sfidare i grigiorossi per il secondo posto: chi l’avrebbe mai detto alla vigilia?

Qui Pro Patria. Reti bianche ed ennesimo rinvio del decollo per i tigrotti, che non riescono a superare un Monza ringalluzzito dall’incredibile rimonta sul Varese nella precedente partita. La Pro Patria nel primo tempo rischia l’osso del collo: un gol annullato e due pali sul conto dei brianzoli (seguiti in tribuna anche dal milanista Seedorf, in veste di azionista del club), più un’altra rete invalidata ai biancoblù (21’ Urbano). Nella ripresa altra musica (rigore negato a Pacilli, gol sbagliato da Ripa), almeno fino all’espulsione di Rinaldi (33’) che consiglia prudenza onde evitare rovinosi inciampi. Allo scadere, in contropiede, ancora Ripa ha tra i piedi il match-ball, ma per l’attaccante bustocco non è proprio giornata.

16ª giornata: Alessandria-Benevento 1-0, Como-Cremonese 0-1, Figline-Foligno 4-2, Novara-Arezzo lunedì, Pergocrema-Lumezzane 1-2, Perugia-Paganese 2-1, Pro Patria-Monza 0-0, Varese-Lecco 1-0, Viareggio-Sorrento 0-2.

Classifica: Novara* 35; Varese, Cremonese 33; Arezzo* 27; Benevento 26; Perugia 25; Lumezzane 24; Alessandria 23; Foligno 20; Lecco, Monza 19; Figline, Sorrento 17; Pro Patria 16; Viareggio, Pergocrema, Como 15; Paganese 11. (*una gara in meno)

6 dicembre 2009 Stefano Affolti s.affolti@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi