Varese

Taglio del nastro per la tangenzialina di Varese. L’assessore Cattaneo: “Fatti e non parole”

Aperta un'importante infrastruttura

Aperta un'importante infrastruttura

E’ stata inaugurata questa mattina la Tangenziale Nord Est di Varese che costituisce il collegamento stradale tra la SS 342 “Briantea” e la SS 233 “Varesina”, con interconnessione alla SS 334 di “Porto Ceresio”.

“Negli ultimi mesi stanno diventando molto frequenti le inaugurazioni di opere importanti per il nostro territorio – ha dichiarato il presidente della Provincia di Varese Dario Galli – Con la realizzazione di questa tangenziale facciamo un passo molto importante verso il completamento dello snodo stradale che collegherà autostrada, tangenziali e il futuro collegamento Varese Como Lecco”. Il presidente Galli ha poi sottolineato “come quest’opera sia stata realizzata rispettando tempi e costi previsti. E ciò significa che non è vero che in Italia le cose vanno allo steso modo. Esistono, infatti, contesti in cui le istituzioni funzionano, dove i cantieri si aprono, vengono realizzati, si chiudono e si inaugurano. E proprio questo è quanto accade, da un po’ di anni a questa parte, anche nella nostra provincia. Per quanto riguarda la Tangenziale Nord Est, oltre a ringraziare tutte le istituzioni che hanno finanziato l’opera, l’Anas, i tecnici, le imprese, i progettisti, vorrei spendere una parola di encomio per il mio Assessore alla Viabilità Aldo Simeoni e tutta la sua struttura per l’impegno messo in quest’opera”. Infine Galli ha voluto ribadire “l’importanza della strada di collegamento Varese Como Lecco. Sulla necessità non ci sono dubbi. Detto questo l’opera dovrà essere progettata e realizzata nel massimo rispetto dell’ambiente in cui è contestualizzata”.

Anche il sindaco di Varese Attilio Fontana ha espresso “grande soddisfazione per il completamento della tangenziale Nord-Est, un’opera pensate tre anni fa, in previsione dell’arrivo dei Mondiali di ciclismo. Quando siamo partiti, abbiamo avuto anche coraggio, poiché non c’erano tutti i finanziamenti necessari. Però tutte le istituzioni coinvolte, attraverso un grande lavoro di collaborazione, sono riuscite a completare l’opera in tempi brevi e non, aggiungerei, non certo tipici delle opere pubbliche in Italia. Infine vorrei ribadire l’importanza di questa infrastruttura per il traffico della mia città, ma anche per quello che interessa i comuni limitrofi”.

Importanza dell’opera, metodi di lavoro e nuovi obiettivi sono stati i punti toccati dall’Assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo: “A chi dice che facciamo chiacchiere, noi rispondiamo con i fatti. Da qualche anno stiamo rispettando i programmi, i tempi e i costi previsti nella realizzazione delle infrastrutture in Lombardia quindi anche in Provincia di Varese. La tangenziale Nord est è un successo che ha molti padri e se oggi siamo riusciti a inaugurarla nei tempi previsti è grazie al grande lavoro di tutti. Ora ci sono altre tre importanti sfide: tra poche settimane, ovvero il 6 febbraio prossimo, inaugureremo i cantieri della Pedemontana a Cassano Magnago e a Morazzone; sempre nel 2010 inizieremo i lavori di prosecuzione della tangenziale della Valceresio e infine, l’obiettivo più ambizioso, quello della Varese Como Lecco, sulla quale stiamo lavorando in sinergia tra istituzioni e associazioni di categoria”.

All’inaugurazione, oltre a Vicepresidente della Provincia di Varese Gianfranco Bottini, Assessore al Territorio Carlo Baroni, Presidente del Consiglio provinciale Luca Macchi, i consiglieri regionali Luciana Ruffinelli e Stefano Tosi, il deputato Daniele Marantelli l’assessore di Induno Olona Eugenio Persenico, il sindaco di Cantello Gunner Vincenzi e il Vicesindaco di Cantello Clementino Rivolta, erano presenti i testimonial sportivi di Villa Recalcati Ivan Basso e Noemi Cantele, molti consiglieri provinciali e comunali, il capo compartimento Anas Claudio De Lorenzo.

L’assessore provinciale alla Viabilità Aldo Simeoni ha voluto ringraziare i suoi più stretti collaboratori, “a partire dall’ingegnere Damiano Bosio, responsabile del procedimento e dirigente del settore Viabilità, il suo staff tecnico, l’ingegnere Erasmo Nocco, il geometra Samuela Raimondi”.

5 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi