Varese

Laurea sulla funicolare. “Intervenite subito”

Cristina Monesi

Cristina Monesi

Laurea triennale in architettura al Politecnico di Milano per Cristina Monesi, di Arcisate. Gracile e minuta, Cristina è arrivata a Palazzo Estense per fare omaggio della sua tesi al sindaco Attilio Fontana che, per impegni, ha delegato il vicesindaco Giorgio De Wolf. Il vicesindaco, affiancato dal segretario generale Ciminelli, ha fatto gli onori di casa. La tesi della neo-architetta, che si è laureata con il professor Filippo Tartaglia, si intitola “Il trenino del cielo”, espressione coniata dal rimpianto professor Francesco Ogliari per riferirsi alla funicolare. E proprio alla funicolare varesina la Monesi ha dedicato il suo studio.

“Non può che farci piacere che una neolaureata si soffermi sui nostri beni artistici e architettonici – ha detto De Wolf -. Avere valutazioni di giovani che non hanno stereotipi portano aria nuova che può aiutare l’amministrazione comunale, come sta accadendo anche da parte dell’Accademia di Mendrisio, che sta dedicandosi allo studio della città”. Tanti sforzi diversi che possono “aiutarci a formare un pacchetto per il rilancio turistico di Varese”. La neo-architetta ha tenuto a precisare di essere sempre stata innamorata del Sacro Monte, fino dalla più tenera età. E ha puntualizzato che la sua è stata una valutazione delle condizioni della funicolare.

Quale il suo giudizio? Al termine dell’incontro glielo chiediamo. “La funicolare appare molto degradata, come dimostra il crollo della pensilina della stazione d’arrivo. Io stessa, da un anno all’altro, ho notato come la situazione sia molto peggiorata”. Quali i consigli della giovane architetta? “E’ il caso che venga realizzato un intervento urgente, anche solo conservativo, altrimenti i danni diventeranno irreparabili”.

3 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi