Varese

A Varese è Natale soltanto nel “salotto buono”

natalevareseSu Varese sta per scendere una folta messe di eventi, date, proposte, appuntamenti. Alcuni eccellenti, altri buoni, altri ancora meno buoni, per finire con quelli insignificanti. Decine e decine di iniziative che per tutto dicembre e fino alla Santa Notte (ma anche dopo, in alcuni casi) allieteranno i varesini che se ne stanno a casa. Il tutto debitamente raccolto e stipato dietro un cartellone targato Comune di Varese, che questa mattina ha presentato promotori e organizzatori tra le mura di Palazzo Estense. Un cartellone gonfio anche perché sono finite dentro cose già presentate e che, comunque, hanno piena autonomia, come nel caso di Eurochocolate. Del resto, tutto è utile alla causa di ricordarci che il Comune c’è. Anche se spesso non ce ne accorgiamo.

Avrebbe dovuta essere una presentazione in pompa magna, con sindaco e mezza giunta al seguito. Invece, per impegni vari, la cosa si è risolta in maniera più modesta. Non solo: si è verificata una contestazione o, meglio, l’espressione di un forte disagio. Se ne sono fatti interpreti i presidenti delle Circoscrizioni 4 e 5, rispettivamente Fabrizio Nova (Lega) e Stefania Cipolat (Pdl). Prendendo la parola, hanno denunciato il disagio di Circoscrizioni che spesso vengono ignorate dal Comune, raramente valorizzate, svuotate del loro significato di partecipazione. Anche in questo caso, con un cartellone natalizio che concentra il 90% degli eventi nel “salotto buono”, non lasciando che i residui alle periferie. “La nostra presenza qui – ha detto la Cipolat – va presa anche come un appello perché le Circoscrizioni non muoiano”. “Sarebbe un vero peccato – ha rincarato Nova – se questo accadesse, una grossa perdita per Varese”. E, comunque, anche le Circoscrizioni, alcuni eventi li propongono.

Non è restato, agli imbarazzati assessori Angelini e Zagatto, che fare l’elenco degli appuntamenti, partendo dall’Albero del Ponte del Sorriso in piazza Monte Grappa, inaugurato domani, al bellissimo Presepe Vivente, a cura di Avsi e Aggs Varese 2 dell’Oratorio di San Vittore (in programma per il 23 dicembre). Dal concorso nazionale “Presepi nella città giardino” fino all’immancabile Pista di pattinaggio sul ghiaccio, in piazza Repubblica, dall’11 dicembre fino al 31 gennaio. Dal tradizionale concerto al termine della messa di mezzanotte di San Vittore, proposto dal Greensleves Gopspel Choir, all’attesissimo spettacolo di Teo Teocoli la notte di San Silvestro, sul palco del Teatro Apollonio. Non mancherà neppure un convegno sulla neve (l’11 dicembre presso il Salone Estense), con immagini sulle nevicate abbondanti a Varese prima degli anni Cinquanta.

30 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi