Volontariato

Record di volontari. Ma per l’ultima volta

Foto di gruppo per i volontari

Foto di gruppo per i volontari

Al Comune di Varese dicono che, questo, è stato un “anno record” per quanto riguarda il servizio civile nazionale, una bella esperienza che ben 56 giovani hanno iniziato, presso le strutture di Palazzo Estense, lo scorso 16 novembre. Record perché i volontari entrati con il bando 2009 rappresentano il numero più alto di ingressi registrati nell’amministrazione comunale. Gaudio condivisibile, ma destinato a non ripetersi più.

Sono noti, infatti, i draconiani tagli alle risorse effettuati dal governo Berlusconi nei confronti del volontariato, tagli che certamente si risentiranno anche a livello di enti locali. Un recente grido d’allarme è partito dalle pubbliche assistenze (492 a livello nazionale, una decina da noi) che già prevedono che, il prossimo anno, diranno addio ai ragazzi del servizio civile nazionale.

Ha dunque fatto bene il Comune a garantirsi tanti volontari, visti, in prospettiva, questi scuri di luna annunciati. A ricevere i neo-volontari in Comune, c’erano Daniele Michieletto, dirigente Area Risorse Umane, e Franco Guidali, responsabile dell’Ufficio Servizio Civile.

Undici i progetti sui quali saranno utilizzati i giovani volontari all’interno del Comune di Varese: si va dall’assistenza e dall’animazione rivolte agli anziani nel Centro Diurno, allo sviluppo delle relazioni tra giovani e anziani all’interno della Fondazione Molina di Varese. Attività a favore dei bambini stranieri e a sostegno di lievi disabilità. E poi, in campo culturale, accoglienza dei turisti, iniziative scolastiche sull’interessante tema delle maschere, laboratori attivi presso la Biblioteca comunale. Infine, alcuni volontari si impegneranno sul fronte dell’educazione ambientale.

25 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi