Salute

Il cuore, osservato speciale, al centro del convegno multisciplinare organizzato da Calveri

cuoreSabato 28 novembre, presso il Collegio Arcivescovile De Filippi di Varese, è in programma il primo Congresso multisciplinare dal titolo “Progressi nella gestione del paziente cardiocerebrovascolare”. Le malattie cardiocerebrovascolari sono la prima causa di mortalità nel mondo occidentale.  Le strategie preventive e terapeutiche cardiovascolari hanno contribuito ad allungare la vita media della popolazione con un incremento del paziente anziano, creando, nello stesso tempo, problematiche gestionali.

Di questo e molto altro si parlerà durante il primo Congresso multidisciplinare organizzato dal dottor Giuseppe Calveri, direttore dell’Unità Operativa di Cardiologia II, e il suo staff.  Tema principale sarà il cuore, organo centrale del corpo umano, anima pulsante dotata di movimento autonomo, il quale, per la prima volta, verrà “osservato” e posto sotto una lente di ingrandimento attraverso un processo multidisciplinare che abbraccia diverse specialità mediche, dalla cardiologia, all’urologia, dalla ginecologia alla nefrologia, dalla geriatria alla medicina interna. Lo scenario proposto prevede un approccio diverso al paziente: l’attenta collaborazione di molteplici figure
specialistiche permetterà un’ottimizzazione delle migliori strategie diagnostico-terapeutiche.

Durante le sessioni del Congresso, i numerosi specialisti presenti analizzeranno il sempre più frequente coinvolgimento di più organi del corpo umano nel percorso della malattia: per questo verranno presi in esame, ad esempio, gli effetti che la tiroide ha nei confronti del cuore, il diabete quali rischi e pericoli può portare, la relazione tra le malattie neuromuscolari ed il cuore, l’ictus cerebrale e le conseguenze derivanti, la corretta alimentazione e l’obesità, i problemi che incorrono in una donna in stato di gravidanza, il ruolo dei reni nell’aumento o diminuzione della pressione sanguigna, l’impianto di pacemaker e le nuove tecnologie. Numerosi temi che pongono questo congresso come punto di partenza, di discussione, di incontro e confronto, di aggiornamento tra medici specialisti, le cui testimonianze di esperienze e gli studi contribuiranno ad arricchire la cultura scientifica nel campo delle malattie cardiovascolari.

25 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi