Economia

Al via “Matching 2009″ alla Fiera di Rho-Pero. Franzosi (Cdo): contro la crisi, bisogna fare rete

cdoInnovare, internazionalizzare: sono questi i due verbi scelti come slogan per la quinta edizione di “Matching”, la tre giorni che da oggi fino al  25 novembre si svolgerà presso i padiglioni della Fiera di Rho-Pero. Incontri, dibattiti e seminari dedicati alle piccole imprese si svolgeranno sotto la regia della Compagnia delle opere. Cinquantacinque delle 2 mila e 500 imprese che parteciperanno all’evento in programma arrivano dal Varesotto. Qui il sodalizio conta su di una base associativa di 850 soci che si caratterizzano per avere una forte trasversalità in fatto di settori economici rappresentati. Un punto di osservazione sulla realtà locale e sulle dinamiche in atto che non lascia molti dubbi. “Rispetto alla prima parte dell’anno – afferma Yuri Franzosi, direttore della Cdo varesina -, qualcosa si muove, ma ci sono settori importanti per il nostro territorio, come la plastica e la meccanica, che hanno ancora dinamiche negative. Anche per il 2010 si ragiona in termini di ridimensionamento”. Uno scenario rispetto al quale le parole d’ordine di “Matching 2009” sono innovare e internazionalizzare: in quale misura questa è una risposta per le nostre piccole imprese? “Le piccole imprese del territorio – dice Franzosi – sono già molto abituate a muoversi all’estero: basti pensare che tra i nostri associati più del 15 per cento opera regolarmente all’estero. Ed ora, con la crisi, è importante guardare a nuovi mercati, muovendosi in una prospettiva di breve periodo”. Un salto, quello verso nuovi mercati, che può risultare problematico per le piccole imprese del Varesotto. “L’idea per noi è quella di incoraggiare le imprese a fare rete, ad affrontare i nuovi mercati aggregandosi: per chi ha una piccola impresa, andare fuori dai confini nazionali da solo può essere problematico”

23 novembre 2009 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi