Cultura

NEM, 10 anni alla Libreria del Corso

Dino Azzalin

Dino Azzalin

Dieci anni di attività di una casa editrice, anche se piccola, sono il momento per un primo, iniziale bilancio. E’ il caso della Nuova Editrice Magenta di Varese, che sta celebrando il primo decennio di pubblicazioni. Nata dalle ceneri della mitica Editrice Magenta di Bruno Conti, quella che diede alla luce antologie come “Linea Lombarda” a cura di Luciano Anceschi e “Quarta Generazione” curata da Piero Chiara e Luciano Erba, che pubblicò le opere dei Tre Moschettieri della Neoavanguardia, Edoardo Sanguineti,  Giuseppe Guglielmi e Alfredo Giuliani, ora la Nem è guidata da Dino Azzalin, poeta, editore, dentista e molte altre cose ancora.

Diciamolo: il trait d’union tra le due esperienze, divise dal cambio di secolo, è l’amore per la parola scritta, lontano da logiche mercantili, vicino al silenzioso e denso popolo dei lettori. E poi, alla base del lavoro di questa casa editrice, c’è una sorta di strabismo culturale, cioè il fatto che si pubblicano qui i libri, ma si tiene lo sguardo oltre i confini della provincia e nazionali. Ci sarebbe anche un terzo elemento: la qualità delle edizioni, come dimostra la collana che questa sera, alle ore 18.45, presso uno dei soggetti che promuovono cultura a Varese, la Libreria del Corso.

Gli ultimi tre volumi usciti dalla Nem, saranno presentati dallo stesso Azzalin. Si parlerà dunque di “A Riva” di Fabio Scotto  (Racconti di lago in prosa poetica), “La Felicità imperfetta” di M.Giulia Baiocchi e Annalina Molteni (Romanzo vincitore 2°premio Morselli) e di “Personae” di Eleonora Anselmi e Dario Brusa (Saggio sulla cultura poetica del territorio). Buon compleanno, Nem.

13 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi