Varese

Vivere in comunità con i vicini. Il Cohousing debutta a Varese

Aykroyd e Belushi nel film

Aykroyd e Belushi nel film

Quando parliamo di Cohousing non pensate al film “I vicini di casa” di John G. Avildsen, con John Belushi e Dan Aykroyd, in cui i vicini si odiavano cordialmente. No, intendiamo parlare di un grande tema di frontiera, che si sta diffondendo in tutto il mondo.

Cohousing cosa significa? E’ un nuovo modo di abitare, con spazi e servizi condivisi tra persone amiche che hanno scelto e che hanno progettato insieme la propria comunità residenziale. Chi vive in in questo modo – sono più di mille gli insediamenti di questo tipo nel mondo -, vive una vita più semplice, meno costosa e meno faticosa, decidendo innanzitutto cosa condividere: un micronido per i bambini, un orto o una serra, un living condominiale, un servizio di car sharing o una portineria intelligente che paga le bollette e ritira la spesa. Un bel modello solidale e comunitario.

Anche a Varese si inizia ad affrontare questo tema. Il 15 novembre, dalle 15 alle 18.30, è in programma l’incontro “Vicini da vicino. Progetti ed esperienze di nuovi modelli d’abitare”, che si svolgerà presso la Sala Filmstudio ‘90, in via De Cristoforis 5, a Varese. Intervengono Paola Meardi – Coop. ABCittà (Milano), Ruben Nasi e Marco Stranisci – Associazione ACMOS (Torino), Danio Bianchi – Mondo di Comunità e Famiglia (Casciago), Barbara Raimondi – DesVa (Varese). Durante l’incontro verrà proiettato “Vivere in cohousing” (2007) di M. Lietaert, frutto di un lungo lavoro di ricerca nei cohousing del Nord Europa, premiato alla 34a ed. dell’Ekotopfilm Festival 2007. L’evento varesino è organizzato da CoVaBito, Tavolo di lavoro permanente del Distretto di Economia Solidale di Varese, con il patrocinio di Comune e Provincia di Varese.

11 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Vivere in comunità con i vicini. Il Cohousing debutta a Varese

  1. marcemilani il 13 gennaio 2017, ore 18:03

    vorrei avere notizie sul cohousing a Varese al momento attuale. 13 gennaio 2017

Rispondi