Economia

Gazebo dei pensionati Cgil nelle piazze: più tutela e attenzione maggiore da Regione e Comuni

Presidio Spi Cgil a Sesto Calende

Presidio Spi Cgil a Sesto Calende

Pensionati in piazza per difendere il potere di acquisto delle pensioni, per chiedere più tutela per chi non è autosufficiente e agevolazioni dai Comuni sulle tariffe per le persone anziane. Tra oggi, mercoledì 4 novembre, e venerdì 6 novembre nel Varesotto il sindacato pensionati della Cgil organizza diversi presidi in piazza in occasione della settimana di mobilitazione del sindacato pensionati. Le richieste del sindacato sono rivolte al Governo, ma anche alle amministrazioni del territorio. “Alla Regione Lombardia – si chiarisce in un comunicato ufficiale – chiediamo risorse aggiuntive per le persone non autosufficienti e per le loro famiglie, ma anche un servizio sanitario più attento ai bisogni degli anziani”. Ai Comuni del Varesotto, rispetto ai i quali i sindacati dei pensionati stanno portando avanti unitariamente una serie di richieste, si ribadisce la necessità di facilitare l’accesso ai servizi e di prevedere agevolazioni sulle tariffe, ma anche più trasparenza e coesione nella vita sociale delle comunità, un tasto quest’ultimo che appare particolarmente sentito in prossimità dei grossi centri urbani. E poi ancora si chiedono misure che combattano la povertà per chi vive con una pensione: nel Varesotto, su circa 280mila pensionati, sarebbero 100mila quelli che hanno difficoltà economiche. I gazebo con il vessillo “Spi Cgil” sono stati allestiti oggi a Saronno all’angolo tra via pagani e via Ferraioli (zona mercato) e a Sesto Calende (piazza De Cristoforis) e venerdì 6 per tutta la giornata a Varese in piazza Monte Grappa. p.pr.

4 novembre 2009 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Gazebo dei pensionati Cgil nelle piazze: più tutela e attenzione maggiore da Regione e Comuni

  1. ellebi il 4 novembre 2009, ore 16:49

    FINALMENTE IL SINDACATO PARLA ANCHE DEI PENSIONATI ! ABBIAMO LAVORATO UNA VITA E ADESSO CHE SIAMO IN PENSIONE….DOBBIAMO FATICARE ANCORA A TIRARE LA FINE DEL MESE!!!

    LB
    UN PENSIONATO DI VARESE

Rispondi