Varese

Tutte le nomine e tutti gli sponsor di Varese

Palazzo Estense

Palazzo Estense

Era già tutto previsto. Nomine firmate dal sindaco di Varese, Attilio Fontana, per i vertici della Fondazione Molina e di Aspem Reti. Poltrone distribuite tra i partiti della maggioranza, secondo un preciso accordo stabilito tra i vertici di Pdl, Lega Nord e Udc. Nomine senza sorprese, dunque, come già si erano delineate nei “rumors” di palazzo di questi mesi e che ora sono state messe in pratica.

Occupa il vertice della Fondazione Molina Guido Ermolli, già  consulente di questo prestigioso ente assistenziale e che oggi è presidente del Cesvov di Varese, con un passato legato al mondo aclista, candidato in quota Udc.

Confermato al vertice di Aspem Reti Ciro Calemme, esponente laico del Pdl, che in questi mesi è sempre stato in pole position anche per il coordinamento cittadino dello stesso partito. Ora, a nomina fatta, c’è da credere che il coordinamento sarà affidato all’altra anima Pdl, quella ciellina, e al suo candidato naturale, Aldo Colombo.

Non si può neppure dimenticare, nell’ambito dell’accordo tra le forze del centrodestra, anche il ruolo di Difensore Civico, recentemente affidato all’avvocato leghista Sergio Terzaghi. Una domanda, ora, si pone: ma questo sistema delle candidature sponsorizzate dai partiti resta il sistema migliore? Quanto, in queste nomine, risponde ad una reale competenza? Si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad un vecchio cortocircuito, che sarebbe il caso di spezzare al più presto, con l’obiettivo di  valorizzare al meglio le energie più vive della società civile.

3 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi