Cairate

Tornano a suonare le vecchie campane di Bolladello. Costo del restauro 20 mila euro

campanileIl tempo e le intemperie le avevano inferto colpi a ripetizione che ne compromettevano fortemente la stabilità. Adesso, però, le campane della chiesa di Bolladello di Cairate sono tornate a risplendere di luce propria. E lo hanno fatto a settant’anni esatti dal loro “ingresso sulla scena”, un ingresso benedetto nel 1939 nientemeno che dall’allora arcivescovo di Milano, cardinale Ildefonso Schuster. A documentare l’imponenza del lavoro di ristrutturazione svolto concorre in primo luogo una cifra: 20 mila euro. Tanto, infatti, sono costati tutti gli interventi che, eseguiti da una ditta di Bergamo, hanno riguardato il consolidamento della cella campanaria con l’installazione di dispositivi antivibranti tra campane e muratura per evitare il formarsi di crepe in quest’ultima a causa delle sollecitazioni sonore e la manutenzione di martelletti, motori, battagli e ceppi di sostegno. Il prossimo passo, ora, per la chiesa della frazione cairatese sarà la risistemazione del campanile. Poi si passerà a sottrarre all’incedere impietoso degli anni e all’inevitabile usura le porte d’ingresso dell’edificio religioso. Comprensibilmente soddisfatto dell’intervento portato a termine, il parroco don Basilio Mascetti, che ha ora invitato i fedeli a mettersi una mano sul cuore e l’altra sul portafoglio, per contribuire a coprire le spese sostenute per quelle campane che appartengono un po’ a tutta la comunità, poichè da circa settant’anni salutano con l’imponenza del loro suono matrimoni, nascite, morti, eventi rilevanti per la frazione cairatese. Particolare curioso, la risistemazione delle campane ha permesso di far emergere i nomi dei benefattori che, settant’anni fa, le diedero in dono alla chiesa.

1 novembre 2009 Cristiano Comelli redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi