Gallarate

Amleto-Preziosi apre al Teatro Delle Arti

Alessandro Preziosi

Alessandro Preziosi

E’ stata una delle poche realtà a non essere travolta dalla comparsa, a Gallarate, della Fondazione Culturale, che con la sua programmazione di alto profilo è avanzata, in questi anni, come un panzer. Ma questa realtà si è difesa, colpo su colpo, anno dopo anno. Il Teatro delle Arti taglia il nastro della sua 42a stagione teatrale, che prenderà il via martedì 3 novembre (replica il 4) con un’opera che più classica non si può, l’Amleto di Shakespeare, interpretata però da un attore accattivante e, soprattutto, molto televisivo e molto fiction, Alessandro Preziosi. Ma non è tutto impegnativo e classico il repertorio presente nella più antica stagione del Varesotto, messo a punto, come sempre, dal suo deus ex machina, don Alberto Dell’Orto.

A guardare gli  otto spettacoli in programma sul palco di via Don Minzoni, dopo Amleto si torna subito alla commedia leggera, martedì 24 e mercoledì 25 novembre, con “Fiore di cactus” di Pierre Barillet, interpretato da Eleonora Giorgi e Franco Castellano (in sostituzione di Remo Girone). Mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre arriva “I ponti di Madison County” di Roberti James Waller con Paola Quattrini e Ray Lovelocek, una vicenda a sfondo omosessuale che ha ottenuto grande successo con il grande schermo. Altro “must” della commedia leggera, sarà giovedì 7 e venerdì 8 gennaio: la famosa “Anatra all’arancia” di William Douglas Home, che dopo avere visto alla prova gli eccezionali Ugo Tognazzi e Monica Vitti, torna in versione palcoscenico con Corrado Tedeschi e Debora Caprifoglio. E, per finire,  martedì 26 e mercoledì 27 gennaio il super-classico Puirandello “Sei personaggi in cerca d’autore”, con  Giulio Bosetti e, martedì 16 e mercoledì 17 febbraio, “La notte più bella della mia vita” di Friedrich Durenmatt con Gian Marco Tognazzi e Bruno Armando.

Chiusura al femminile con due popolari attrici: martedì 9 e mercoledì 10 marzo, “Ragazze” con Lella Costa, per la regia di Giorgio Gallione; e lunedì 29 e martedì 30 marzo “L’oro di Napoli” di Giuseppe Marotta, con un’affascinantissima Luisa Ranieri.

1 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi