Calcio/Lega Pro

Domenica di grandi sfide per Varese e Pro Patria

home1_01L’undicesimo turno del torneo di Prima divisione offre agli appassionati della nostra provincia due partitissime da non perdere (in tutti i sensi): il Varese riceve la quotata Alessandria, mentre la Pro Patria va nella tana della Cremonese grandi firme. Inizio alle 14.30.

Qui Varese. I biancorossi sono al completo (tranne il lungodegente Corti), ma la coperta di Sannino è risicata perché Bernardini, Buzzegoli, Gambadori e Tripoli si sono allenati col contagocce e non hanno una partita intera nelle gambe. Proprio per questo, contravvenendo alle abitudini, il tecnico napoletano non ha anticipato la formazione, temendo pure nuovi ko causa influenza: l’impressione è che qualcuno dei… mezzi recuperati possa fare staffetta, offrendo la sua qualità per scampoli di gara. In difesa, se Bernardini non ce la fa, c’è l’azzurrino Gentili, reduce dai Mondiali Under 20; in mezzo possibile la conferma della coppia Dos Santos-Osuji; davanti, accanto all’imprescindibile Ebagua, dovremmo rivedere Momentè; ai lati, se Tripoli bigia, ecco Carrozza con Zecchin. L’Alessandria ha blasone e nomi importanti: lo scorso anno contese fino all’ultimo la promozione diretta ai biancorossi, giungendo a pari punti e dovendo ricorrere ai playoff (vinti) per la peggior differenza reti. I grigi vanno in altalena: fuori casa il loro ruolino è modesto (una vittoria, a Monza, un pareggio e tre sconfitte). Per il Varese, d’altro canto, Masnago è un fortino inespugnabile: 5 vittorie su 5, spesso suffragate da un gioco spumeggiante. Speriamo che la cabala non s’inverta. Ancora niente tifosi ospiti: il “Franco Ossola” è sempre all’indice per l’inosservanza di alcune norme del decreto sicurezza. Peccato, sarebbe stato un bell’incasso.

Qui Pro Patria. Il pari acciuffato in extremis nel derby ha rinfrancato i tigrotti, attesi dalla Cremonese, squadrone che sulla carta doveva ammazzare il campionato: i grigiorossi, imbottiti di gente col pedigree (ma è in forse Zanchetta), sono stati scavalcati al comando dal Novara dopo il fragoroso capitombolo di lunedì scorso a Monza (3-0). In casa hanno sempre vinto e vantano il miglior attacco del girone: insomma, brutti clienti. I biancoblù cominciano ad assorbire la cura Cosco: il tecnico ex Gela, fedele al 4-4-2, riavrà Rinaldi e forse anche Barbagli in difesa, mentre in attacco continuerà a ruotare due tra Ripa, Serafini e Urbano. La priorità della Pro è dare continuità ai risultati, posto che di gioco finora se n’è visto davvero pochino: in attesa delle bollicine, proseguire la miniserie positiva non sarebbe male.

11ª giornata: Arezzo-Pergocrema, Benevento-Paganese, Cremonese-Pro Patria, Foligno-Como, Lercco-Monza, Lumezzane-Perugia, Sorrento-Figline, Varese-Alessandria, Viareggio-Novara.

Classifica: Novara 24; Cremonese 22; Arezzo 19; Varese 18; Perugia 17; Lumezzane 15; Lecco, Monza, Foligno, Benevento 14; Pergocrema, Alessandria 12; Figline, Viareggio 10; Pro Patria 9; Sorrento, Como 8; Paganese 5.

31 ottobre 2009 - Stefano Affolti - s.affolti@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi