Arte

Quando Testori studiava Varlin

Giovanni Testori

Giovanni Testori

Nell’ambito del Festival del Racconto collegato al Premio Chiara, sabato 31 ottobre, alle ore 17.30, presso la Galleria Ghiggini di Varese, è in programma la presentazione del volume di Giovanni Testori “La cenere e il niente: scritti per Varlin”, a cura di Stefano Crespi (ed. Le Lettere, Firenze). L’incontro con Stefano Crespi, curatore della mostra “Willy Varlin e gli amici scrittori” e la figlia dell’artista svizzero, Patrizia Guggenheim, vuole offrire al pubblico l’opportunità di approfondire la conoscenza del pittore Varlin attraverso il volume a lui dedicato da Giovanni Testori. In occasione della serata sono disponibili i volumi “La cenere e il niente: scritti per Varlin”, oltre che il Taccuino d’arte n°6, una pubblicazione che raccoglie prestigiosi contributi: dal curatore Stefano Crespi, con “Varlin nelle testimonianze degli scrittori”, al direttore dei Musei di Lugano, Bruno Corà. Inoltre sono presenti testi inediti dell’architetto Mario Botta e della figlia Patrizia, accanto a testimonianze di Friedrich Dürrenmatt, Giorgio Soavi, Vittorio Sgarbi, ed un’intervista all’amico e collezionista Alain Toubas.

30 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi