Varese

Sono necessari i 180 posti auto sotto il parco di Villa Augusta?

villaaugustaE’ la grande opera di Varese, quella più dibattuta, quella più controversa. Se ne parla da anni, eppure non riesce mai a concretizzarsi. Non è questione di soldi, quelli ci sono. Sono stati  accantonati, per il parcheggio di Villa Augusta, 2.663.000 euro, di cui 1.663.000 portati dal Comune e il resto dalla Provincia. Però, non passa questo mega-parcheggio di tre piani sotto terra, 180 posti auto complessivi. La scelta della Giunta Fontana viene ostacolata innanzitutto dai cittadini del comitato anti- parcheggio: è un ricorso al Tar annunciato, quello che metterà in campo il comitato. Ma anche le opposizioni sono scatenate. Raramente capita di vedere a Palazzo Estense fare ostruzionismo come ieri sera. Angelo Zappoli (La Sinistra), Carlo Nicora (Pd), Alessio Nicoletti (Movimento Libero) si sono opposti in ogni modo alla variante urbanistica di via Bixio, che di fatto dà il via libera al colata di cemento di Giubiano.

Tante contrarietà ripropongono l’interrogativo: ma è proprio necessario questa grande opera? “E’ un’opera costosa, inutile e dannosa”, dice Zappoli. Il quale si pone un problema: “Prima di rovinare un parco, è il caso di sperimentare altre soluzioni”. Tipo posteggi a pagamento, righe blu, posti a rotazione. Non solo: Zappoli insiste sulla necessità di predisporre un piano viabilistico, attento ai percorsi delle ambulanze, alla scuola elementare e all’asilo di fronte.

Parla chiaro anche il consigliere Pd, Carlo Nicora, che pronuncia un vibrante intervento a salvaguardia di “un parco che vanta già 100 anni di storia”. Si sofferma sui quattro cedi dell’Himalaia che stanno nel parco e che sono destinati all’abbattimento. Pesanti, per Nicora, le conseguenze dei lavori: distruzione delle radici degli alberi, regime idrico del sottosuolo compromesso, distruzione dell’habitat naturale. E il parere positivo della Soprintendenza? Nicora ricorda che lo stesso ente aveva in passato già autorizzato un parcheggio sotto i Giardini Estensi, che fu bloccato solo grazie all’iniziativa dei cittadini.

Nicoletti (Movimento Libero), lo ripete ancora una volta. “Come su altri problemi, come le scuole, anche in questo caso non i vogliono ascoltare i cittadini. Tanto più per un’area già così congestionata e un parco così prezioso per l’intera comunità”.

28 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Sono necessari i 180 posti auto sotto il parco di Villa Augusta?

  1. od il 29 ottobre 2009, ore 10:40

    a quanto sono serviti i nuovi parcheggi messi a disposizione a pagamento dalla Provincia in Via Trentini? Sono stati sacrificati decine e decine di tigli ottuagenari e sanissimi per quel progetto tanto necessario.
    Bene, tanto necessario da restare vuoto e la Provincia ora lo svende ad un euro al giorno, i vigili attanagliano Casbeno appioppando quotidianamente ai residenti una multa anche laddove il parcheggio è a disco orario e si segnala “abito proprio qui, in questo palazzo”.
    cominciamo allora a parlare di progetti di tutela del territorio, prima di realizzare necessarissimi altri parcheggi come quello di Villa Augusta ed il nuovo che la Provincia avvierà davanti alla stazione nord… Se non tuteliamo noi cittadini il nostro territorio, non lo faranno certo gli amministratori immobiliaristi…

Rispondi