Varese

Dopo Eluana. Grande serata a Varese promossa da Scienza e Vita

Eluana Englaro

Eluana Englaro

Ci sono tematiche fondamentali, “ultimative”, che interrogano chiunque di noi, a prescindere dalle appartenenze politiche o dal fare parte o meno della comunità cristiana. E’ il caso della grande serata-spettacolo dedicata al tema “Liberi di vivere: amare la vita fino alla fine”, in  programma alla Sala Napoleonica di Ville Ponti a Varese, a partire dalle ore 21, domani giovedì 22 ottobre (ingresso libero). La promuove l’Associazione Scienza e Vita di Varese, che dedica questa serata al tema del fine vita (Sì alla Vita, Sì alla medicina palliativa, Sì all’assistenza, No all’eutanasia, No all’accanimento terapeutico, No all’abbandono). Durante la serata, per la regia di Andrea Chiodi, si avvicenderanno musica, immagini, recital e testimonianze. Questi gli ospiti: al pianoforte Don Carlo Josè Seno, con le voci soliste Ester Trimigno,  Elena Preti, testimonianze di Lucia Bellaspiga e Pino Ciociola, giornalisti e autori di “Eluana: i fatti” (Ancora 2009), oltre che di Chantal Borgonovo, moglie di Stefano Borgonovo, calciatore malato di Sla. L’iniziativa di Scienza e Vita Varese si inserisce nel ricco programma di convegni, seminari, eventi e giornate formative che l’Associazione nazionale Scienza e Vita, in collaborazione con numerosissime associazioni laiche e cattoliche nazionali, sta promuovendo in tutt’Italia per diffondere e sensibilizzare sulla cultura della vita fine alla fine e promuovere il Manifesto “Liberi per vivere”.

21 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi