Varese

Cossiga è nostro concittadino. Scelta incomprensibile

Francesco Cossiga

Francesco Cossiga

Sì, da oggi, Francesco Cossiga, ex presidente della Repubblica, ex presidente del Consiglio, ex ministro degli Interni, oltre che “referente politico”, come lui stesso ammise, della famosa Gladio, è nostro concittadino. Una scelta del Comune di Varese che non è legata alle radici del Picconatore, dato che sono note le sue origini sassaresi. Né siamo a conoscenza di particolari benefici che Cossiga abbia dato alla città giardino. Dunque, una scelta poco comprensibile. Se la cittadinanza onoraria segnala un valore al quale una città da particolare importanza, allora si poteva scegliere, ad esempio, il valore del coraggio civile e della lotta contro la criminalità organizzata certamente impersonati da uno scrittore come Roberto Saviano. Più comprensibile, invece, il fatto che la delibera sia stata fatta passare in Giunta e non abbia affrontato un dibattito in Consiglio comunale, come pare naturale per un riconoscimento che dovrebbe essere ampiamente condiviso. La ragione è chiara: con questi scuri di luna, e con gli attuali scontri fuori e dentro la maggioranza, anche la cittadinanza al Picconatore poteva finire per essere a sua volta picconata.

20 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Cossiga è nostro concittadino. Scelta incomprensibile

  1. daniele il 20 ottobre 2009, ore 17:39

    Indubbiamente è incomprensibile non c’ è inerenza con la città , l’ unico riferimento mi sembra che a suo tempo si sia fatto operare al circolo dal Prof. Cherubino … ( non c’ entra niente lui?) BAHHHH

  2. raul gonzales il 24 ottobre 2009, ore 23:44

    In che senso incomprensibile? Chiedetelo al circuito della massoneria.

Rispondi