Cultura

“Un posto nel mondo”, obiettivo puntato sui comunicatori sociali

Don Primo Mazzolari

Don Primo Mazzolari

Un posto nel mondo, rassegna di cinema e documentazione sociale, arriva alla sua ottava edizione e lo fa guardando ancora una volta a pellicole capaci di far riflettere, ma anche di divertire e appassionare. Quest’anno nella programmazione ci si gioca anche un ospite d’eccezione, il metereologo Luca Mercalli volto noto della trasmissione “Che tempo che fa” (a Varese sabato 14 novembre). Per il 2009 inoltre la rassegna registra anche una mano tesa da parte delle amministrazioni pubbliche che, rispetto ad altri anni, hanno dato maggiori disponibilità di spazi. Dal lavoro all’immigrazione, passando a tematiche ambientali sono molte le sfaccettature che vengono colte da film e documentari in programma. I diversi filoni della rassegna si snoderanno con appuntamenti, spesso ad ingresso gratuito, che toccheranno Varese, Gallarate, Samarate, Induno Olona, Azzate, Gavirate, Daverio, Olgiate Olona e Bolladello. Il calendario, che occupa oltre un mese (dal 23 ottobre al 4 dicembre) è come sempre il frutto della collaborazione di molte realtà impegnate nel sociale a Varese e provincia e vede come enti promotori Filmstudio ’90 e il Cesvov. “Otto anni fa – dice Giulio Rossini, presidente di Filmstudio ’90 – per noi fu una scommessa e, ancora oggi, ci troviamo a lavorare mettendo insieme esperienze differenti fatte dalle associazioni che operano sul territorio e che arricchiscono il nostro percorso”. Un percorso condiviso dal Centro di servizi per il volontariato. “Noi – dice il presidente del Cesvov Guido Ermolli – quest’anno dedicheremo, il 3 dicembre, un forum alla comunicazione etica e sociale per ribadire l’importanza del lavoro svolto da tante realtà di volontariato del territorio”. Tante le piccole chicche contenute nel calendario: da “il corpo delle donne” clickatissimo lavoro della regista Lorella Zanardo ( 16 novembre ore 21, sala Cesvov) all’introvabile “Il pianeta verde” di Coline Serreau (14 novembre ore 17,30 sala Filmstudio ’90), fino a  Surplus opera prima del registra Erik Gandini autore di Videocracy. Per non dimenticare, infine, l’attenzione puntata attraverso più serate sulla figura di Don Primo Mazzolari con la proiezione de “L’uomo dell’argine” del regista bustocco Gilberto Squizzato.

16 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi