Scuola

Scuole, nel day after il provvedimento è orfano

conferenzaSiamo al day-after. Il giorno dopo le contestazioni in Consiglio comunale e la maggioranza che senza numero legale abbandona l’aula. Cosa accaderà ora? La partita-scuole da chiudere a Varese entrerà in un eterno stand bye, insabbiata sine die? Quale decisione prenderà la Giunta in mezzo al caos che si è creato? Ad ogni ora che passa, il provvedimento perde per strada padri e madri, rivelandosi orfano di tutti. Con l’assessore Tomassini che, in un’intervista di oggi, ammette che sull’ultima decisione della maggioranza non era d’accordo. “Perché andava a smembrare la scuola di San Fermo che funziona molto bene”, dice ora l’assessore ai Servizi educativi. Non si capisce più cosa sia accaduto nella famosa riunione di maggioranza fatta in casa della Lega, dalla quale tutti sono i partecipanti sono usciti celebrando l’accordo raggiunto. A questo punto resterà solo la IV Novembre e San Fermo a dovere pagare una politica confusa e incoerente, che continua a cambiare idea sul da farsi, senza pensare che di mezzo ci sono ragazzi e famiglie? Oppure si farà marcia indietro anche su quest’ultimo capro espiatorio? La questione era complessa, ma proprio per questo richiedeva un “di più” di analisi e di dialogo sociale. Ora, forse, è troppo tardi e tutti i partiti di maggioranza cercano solo di evitare di prendersi la responsabilità di questo autunno caldo scoppiato nelle aule scolastiche.

16 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi