Cultura

Gaslini si racconta in parole e note

Giorgio Gaslini

Giorgio Gaslini

Jazz impegnato e sublime, quello che approda al Premio Chiara. Una sala con un pianoforte, un pomeriggio per ammirare un protagonista e sentirlo raccontare di sé, della propria musica. E’ Giorgio Gaslini, uno dei pochi, grandi maestri. E l’occasione per conoscerlo più da vicino ciè offerta dal libro del giornalista e critico musicale Davide Ielmini dal titolo “Giorgio Gaslini: l’uomo, l’interprete, il compositore” (appena uscito da Zecchini Editore, che con quest’opera dell’amico Ielmini apre una collana dedicata al jazz). Ma non è finita qui: l’introduzione al volume è di uno tra i più tetrabiliari filosofi di casa nostra, Massimo Donà, che non a caso esce dalla scuola (se di scuola si può parlare) di Massimo Cacciari. Dunque, a Varese, sabato 17 ottobre, alle ore 18, a Villa Recalcati, Ielmini intervisterà il maestro, il quale si prenderà la libertà di accennare qualche pezzo al piano. Come racconta l’autore: “«Caro Ielmini», mi disse il maestro in occasione del nostro ultimo incontro a Milano, «non accetterò mai più un impegno del genere: lei mi ha veramente strizzato il cervello, ma la sua idea è così particolare – perché abbinata ad un jazzista – che non potevo rinunciarci»”. Giorgio Gaslini è pianista, compositore, direttore d’orchestra. Artista di fama internazionale, ha vinto per ben dieci volte il Premio alla Critica. Nastro d’Argento per la colonna sonora del film “La Notte” di Michelangelo Antonioni, Gaslini ha rivoluzionato il mondo della composizione con la “musica totale”. E’ stato titolare dei primi corsi di jazz nei Conservatori S. Cecilia di Roma (1972-73) e G. Verdi di Milano (1979-80). Nel 2001 inaugura il Fondo Musicale Gaslini presso Villa Gomez di Lecco. Nel 2002, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi gli ha conferito il premio alla carriera: riconoscimento riservato ai benemeriti della cultura e dell’arte. Il 29 marzo 2009, al teatro Filodrammatici di Milano, gli è stato assegnato il prestigioso premio “Milano per la musica”.

16 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi