Economia

Le associazioni degli artigiani si alleano e alzano il tiro sugli autoconvocati. “Troppo buoni col governo”

Merletti (Confartigianato)

Merletti (Confartigianato)

A cinque giorni dall’incontro che ha visto rappresentanti del Governo di fronte gli imprenditori autoconvocati a Vergiate, le associazioni di categoria degli artigiani vanno al contrattacco. Associazione Artigiani e Cna rinserrano i ranghi per riprendersi la scena e rivendicare il ruolo di rappresentanza che la crisi economica sta mettendo a dura prova prestando il fianco, nel vuoto creatosi,  all’ingresso a gamba tesa della politica. “Risposte evasive e un’eccessiva enfasi dei meriti di questo Governo da parte di Bossi, Giorgetti e Tremonti”: così liquidano la riunione di Vergiate i presidenti dei due sodalizi varesini, Giorgio Merletti e Franco Orsi. Il giudizio non lascia ombre di dubbio: “gli imprenditori pensavano, probabilmente, di poter ottenere risposte ai tanti problemi posti dalla crisi – si legge nella nota congiunta -.E  invece la politica di risposte concrete non ne ha date e impegni precisi non ne ha assunti”. Da qui la rivendicazione a rappresentare gli interessi delle imprese. “Le associazioni di rappresentanza – dichiarano Merletti e Orsi – hanno dimostrato, dagli inizi della crisi, di poter tutelare gli interessi delle imprese e di mettere in moto strumenti che neppure la politica, da sola, ha mai fatto funzionare: l’attività dei Consorzi Fidi  ne è un esempio”.Una rivendicazione esplicita che vuole lanciare anche un segnale di stop alla politica.  “Alla politica spetta l’agire per il bene comune – proseguono i presidenti – mentre alle associazioni di categoria spetta il rappresentare le imprese attraverso una rete capillare di servizi che abbracciano interamente il percorso dell’azienda: dalla gestione alla commercializzazione”. E intanto le domande che stanno a cuore a chi fa impresa, dalla moratoria sugli studi di settori al destino degli otto miliardi dei Tremonti bond non utilizzati, per finire con abolizione dell’Irap e federalismo fiscale, restano ancora in attesa di una risposta.

14 ottobre 2009 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi