Gorla Maggiore

Taglio del nastro all’Ute di Gorla Maggiore. Una realtà al femminile, con iscritti in aumento

anzianiAl suo nono anno di attività, la sua stella rifulge più che mai. L’Università per la terza età di Gorla Maggiore inaugurerà domenica 18 ottobre alle 10 nel suo quartier generale di via Garibaldi l’anno accademico 2009-2010. La ripartenza di attività che spaziano in varii ambiti, dalle lingue ai corsi di taglio più artistico, porta con sè il vento di soddisfazione per i risultati ottenuti lo scorso anno. Avanti i numeri: nel 2009 gli iscritti sono stati 171 la maggior parte dei quali (52) si colloca nella fascia d’età compresa tra i 60 e i 64 anni; suscita indubbia curiosità il dato riferito agli ultraottantenni con ben tre iscrizioni, a dimostrazione del fatto che l’amore per la cultura è in grado di trascendere ampiamente i confini della carta d’identità. Dei 171 iscritti, in aumento rispetto ai 166 dell’anno accademico 2007-2008, 112 sono gorlesi e 59 provengono da altri comuni; la cultura dell’Ute è decisamente donna con 115 presenze a fronte delle 56 maschili. E se in 128 casi le iscrizioni hanno riguardato allievi già iscritti durante gli anni passati, in 43, invece, si è trattato di new entry. Insomma, numeri forti che danno ampia misura di come l’Ute abbia ormai conquistato un ruolo di primo piano nel tessuto sociale del territorio per la sua capacità di coinvolgere i suoi studenti con i capelli bianchi con iniziative culturali in grado di dilatarne gli orizzonti conoscitivi, ma anche di creare nuovi legami di amicizia.

11 ottobre 2009 Cristiano Comelli redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi