Varese

Con la crisi, “Arte Povera” per il Fai

Una nuova stagione di mostre sta per decollarev a Varese. Per quanto riguarda le iniziative promosse da Palazzo Estense, è in programma una rassegna dedicata a  due tele del Caravaggio (su cui nulla, al momento, trapela da Palazzo Estense), e poi l’annunciata mostra sul Morazzone, che sarà curata da Vittorio Sgarbi e Andrea Spiriti. Sul fronte delle iniziative private, invece, dal 4 dicembre 2009 al 4 aprile 2010, presso Villa Panza si terrà la mostra mostra “L’Arte Povera dalla collezione del Mart. Dall’energia del corpo all’incantesimo della natura”, promossa dal Fai (Fondo Ambiente Italiano) grazie ad un accordo con il Mart di Trento e Rovereto. Costo complessivo 174.000 euro, di cui 20.000 euro è la parte coperta dal contributo del Pirellone, su proposta dell’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello. La mostra di Villa Panza vuole essere una ricognizione sull’origine e sullo sviluppo di una fase storica dell’arte italiana e internazionale con l’analisi del movimento artistico nato alla fine degli anni Sessanta a Torino nel pieno del boom economico italiano e definito “Arte Povera”.

8 ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi