Spettacoli

Fiore nazional-popolare infiamma il PalaWhirlpool

Fiorello

Fiorello

Grande mattatore, Rosario Fiorello, maestro assoluto dell’intrattenimento, che come Fregoli alterna divertenti parodie, canzonacce melodiche anni Settanta, battutine sui potenti: sarcastiche sì, ma sempre “politically correct”, con lui abilissimo a  non disturbare troppo il manovratore (un po’ nello stile di “Striscia la notizia”). Mix perfetto per lo spettacolo (due ore scarse) che ieri sera è andato in onda al PalaWhirlpool di Varese, donato dalla catena dei supermercati Tigros, in occasione dei 30 anni di attività, a dipendenti, fornitori e clienti. Una serata sempre in bilico tra convention all’americana, in cui la dinasty di imprenditori si autocelebra con orgoglio, e uno spettacolo sanamente nazional-popolare, con karaoke e telefonini illuminati mentre si snocciola qualche suggestiva melodia. Poche, sobrie parole introduttive di Paolo Orrigoni per ribadire le ragioni della festa, e poi via, ore 21.30 precise, alla kermesse di Fiorello. Che si dimostra talentuoso e impeccabile padrone della scena, e che subito si presenta come figlio di una madre di Castronno e di un padre di Gazzada. Piglia poi per i fondelli la concorrenza, permettendosi anche qualche battuta non felicissima. Ma nel complesso Fiorello si mantiene leggero, lo show corre veloce, volentieri rinuncia alla scaletta in favore dell’improvvisazione e del dialogo con gli Orrigoni seduti in prima fila (ma anche con il presidente della Provincia, Dario Galli, e con don Luca Violoni). Al termine, dopo un superbo “My Way” regalato ai fans, Fiorello chiude con i ringraziamenti di rito e lancia una “standing ovation” per il fondatore Luigi Orrigoni. Peccato che, dello spettacolo varesino, non ci siano immagini fotografiche, perché tassativamente proibite dallo stesso artista. Ma la popolarità, si sa, è una merce preziosa, che non ammette deroghe neppure a Varese.

1 ottobre 2009 - Andrea Giacometti - direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Fiore nazional-popolare infiamma il PalaWhirlpool

  1. Adriana il 1 ottobre 2009, ore 08:55

    Era veramente così!

Rispondi