Lavoro

Scendono dai tetti e vanno in piazza le tute blu Cgil. Ballante neo-segretario Fim-Cisl

tutebluTute blu in movimento in questo autunno a Varese. Si comincia dalla mobilitazione proclamata dalla Fiom Cgil per il 9 ottobre quando da Varese i lavoratori partiranno alla volta di Milano per unirsi ad un corteo interregionale che porterà in piazza la protesta dopo la rottura delle trattative con Federmeccanica. Otto ore di sciopero per ribadire che a Varese, come nel resto d’Italia, c’è chi ancora rischia il lavoro: nel Varesotto sono 14 mila i lavoratori del comparto metalmeccanico interessati dagli ammortizzatori sociali e ogni giorno si annunciano chiusure e ridimensionamenti per le aziende del comparto. “Al tavolo delle trattative – spiega Maurizio Canepari segretario varesino della Fiom Cgil – abbiamo portato le nostre proposte contro la crisi che andavano dalla sospensione dell’accordo separato al blocco dei licenziamenti fino al 2011, ma anche all’estensione degli ammortizzatori sociali”. Al secco no della controparte è scattata la manifestazione che vedrà 5 cortei interregionali in tutta la penisola. La protesta si sposta dunque “dai tetti alle piazze” e rimette sul tavolo la necessità di interventi che creino occupazione e arginino la crisi. Restando alle tute blu, in casa Cisl Varese ieri il direttivo Fim Cisl ha eletto Mario Ballante alla carica di segretario generale della categoria confermando al suo fianco nella segreteria Graziano Resteghini. Un’elezione nel segno della continuità rispetto al lavoro svolto da Loris Andreotti, improvvisante mancato alla fine di agosto, e che dal 2004 aveva guidato la Fim Cisl varesina.

25 settembre 2009 - Paola Provenzano - p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi