Cultura

A Varese è febbre-Millennium. Al Cinema Nuovo il secondo film da Stieg Larrson

larsson

Stieg Larsson

A Varese è febbre-Millennium, la popolare trilogia scritta da Stieg Larrson, l’autore scomparso prima che la sua trilogia riuscisse a rivelarsi per quel fenomeno letterario senza precedenti che è. La città giardino ha in programma una serie di eventi dedicati alle opere di Larrson, che sono diventate anche lungometraggi. Si inizia al Cinema Teatro Nuovo di Varese venerdì 25 settembre, alle ore 18.30 e alle ore 21, con la proiezione del film “La ragazza che giocava con il fuoco”, di Daniel Alfredson – Svezia 2009, 129′, con Noomi Rapace, Michael Nyqvist, Lena Endre (in replica sabato 26 settembre – ore 20 e ore 22.30, e domenica 27 settembre – ore 18.30 e ore 21). Si tratta della versione cinematografica della seconda opera di Larrson, che vede il protagonista della trilogia, il giornalista Mikael Blomkvist, che decide di pubblicare sulla rivista Millennium un’inchiesta sul traffico di prostituzione proveniente dai paesi dell’Est, ma poiché la denuncia riguarda un intero sistema di violenze e soprusi che vede coinvolti poliziotti, giudici, politici ed esponenti dei servizi segreti, la sua diffusione creerebbe un grosso scandalo. Tuttavia, poco prima della sua pubblicazione, un triplice omicidio ne interrompe la messa in stampa e tutti i sospetti di colpevolezza sembrano ricadere sulla ‘hacker’ Lisbeth Salander. Una vera “chicca” offerta dal Buovo è la presenza, allo spettacolo di venerdì alle 21, della traduttrice della trilogia, la signora Carmen Giorgetti Cima. Dopo l’appuntamento cinematografico, si parlerà ancora di Millennium al Festival del Racconto legato al Premio Chiara, con una serata, domenica 11 ottobre alle 21, a Villa Recalcati con la presenza di Jacopo De Michelis, editore, della giallista Elisabetta Bucciarelli e del critico letterario e storico del giallo Luca Crovi.

24 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi