Varese

Alla Sala Veratti di Varese padre e figlio a confronto

salaverattiS’inaugura sabato 26 settembre 2009, alle Ore 17.30 presso la Sala Veratti di Varese, la mostra dedicata a Giovanni e Giancarlo Balansino, padre e figlio uniti dalla forte vocazione pittorica che si salda alla tradizione figurativa lombarda. Giovanni Balansino (1912 – 1986), si conferma presto pittore di grande capacità espressiva e coloristica: dopo la  prima affermazione, conseguita all’Accademia di Brera di Milano all’età di diciotto anni , inizia un’avventura del tutto en plein air che lo conduce in città e paesi anche lontani, da Parigi a Buenos Aires. Ma Rescalda, dove si era trasferito nel 1942, resterà il punto di riferimento di tutta la sua feconda attività. Paesaggi, lombardi e piemontesi, nature morte, marine e vedute del lungo Senna, oltre a innumerevoli scorci naturalisti e urbani legati ai temi del viaggio, saranno recensiti da numerosi critici, tra i quali Raffaele De Grada, che hanno apprezzato la freschezza di una pennellata nell’ambito del postimpressionismo lombardo e la coerenza artistica e morale di un artista che sviluppa la sua ricerca fuori dalle regole di mercato. Giancarlo Balansino Jr. eredita dal padre Giovanni l’amore per la pittura che lo conduce anche in terre lontane alla ricerca di nuove prospettive, di nuove luci e di nuove luci: una pennellata, la sua, più accesa e squillante che tradisce l’adesione totale all’ambiente e alla natura. Ma l’adesione alla realtà diventa in Balansino Jr. anche un atto di protesta che lo conduce a rompere e a ricomporre i pezzi del quadro: così a decorrere dalla fine degli anni 60 nascono opere nuove, segnate in profondità dalla ribellione. Un inno non all’eversione ma alla volontà di un nuovo ordine, che  ricostruisca ciò che sembrava definitivamente perduto. Due generazioni che hanno trovato nella pittura la loro forza vitale perché dipingere en plein air è vivere, è alimentarsi di colori e odori, è condividere esperienze e utopie, al di là di ogni falso moralismo e gretto pregiudizio. La mostra, promossa dal Circolo Cavour, si svolge con la collaborazione del comune di Varese. Testi di Franco Prevosti e Luciana Schiroli.

23 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi