Cultura

Una grande festa per la poesia

Moni Ovadia

Moni Ovadia

Poesia per tutti: dalle rime di Dante ai versi di Eugenio Montale e di Wisława Szymborska, passando per le opere di Leopardi e le strofe di Ariosto. Versi di ogni epoca prendono vita grazie all’interpretazione di poeti, critici e studiosi, attori, cantanti che riempiono piazze, parchi, vie, stazioni della provincia di Modena. Dal 24 al 27 settembre sono i borghi antichi di Castelnuovo Rangone, Castelvetro, Savignano, Spilamberto, Vignola (i Comuni dell’Unione Terre di Castelli della Provincia di Modena), insieme a Maranello, Marano – e per la prima volta Zocca -  ad accogliere Poesia festival ’09, la kermesse dedicata alla poesia espressa in tutte le forme artistiche (www.poesiafestival.it). Il festival è teatro, anche quest’anno, di una serie di eventi unici: occasioni per conoscere, attraverso interpreti di oggi, le grandi voci della poesia classica e contemporanea, la poesia al femminile, la poesia nella musica, nell’arte, con spazi dedicati a giovani e bambini, in luoghi dove parole e emozioni si daranno appuntamento con la bellezza del paesaggio.  Giovedì 24 settembre alle ore 21.00 a Castelnuovo inaugurano il festival la lezione magistrale di Milo De Angelis che dialoga con Eraldo Affinati e l’incontro con Paola Cortellesi (dalle ore 22.00). Si prosegue in musica con Luca Carboni e Riccardo Sinigallia (venerdì 25 a Savignano alle 19.00) e con lo spettacolo “Fu…turisti”, esilarante viaggio musicale in compagnia di Elio al centro della serata interamente dedicata al movimento di cui si celebra il centenario, che chiuderà la kermesse poetica domenica 27 settembre a Spilamberto. Poesia festival si conferma un evento itinerante ed eclettico che coinvolge poeti, scrittori, musicisti e che chiama a raccolta anche numerosi attori. Venerdì 25 settembre appuntamento alle 20.30 a Marano sul Panaro con Pippo Delbono che recita la follia di Orlando ispirandosi ai versi dell’Ariosto. A seguire, alle 22.00 a Levizzano, Moni Ovadia dà voce alla grande poesia ebraica. Sabato 26 settembre alle ore 18.30 a Castelnuovo Rangone è protagonista Gozzano recitato da Lucia Poli, mentre lo stesso giorno a Maranello Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni leggono passi dalla Divina Commedia (alle 20.30). Wisława Szymborska, la più importante poetessa polacca vivente e premio Nobel per la letteratura nel 1996, viene celebrata domenica 27 settembre a Maranello dall’intensa Anna Bonaiuto. Non mancano nomi contemporanei che già hanno lasciato un segno tangibile nella storia della poesia e della letteratura: Valerio Magrelli, Giancarlo Majorino, Eugenio De Signoribus, Davide Rondoni, Gabriella Sica, Nanni Balestrini, considerati tra i maggiori poeti italiani viventi, danno al pubblico la possibilità di conoscere i propri versi dalla loro viva voce nei numerosi “Incontri con i poeti”.

Attesi sul palco anche importanti nomi internazionali come il sud coreano Kim Ki Dong e Luis García Montero: l’autore di Granada è tra i protagonisti di una serie d’eventi dedicati alla poesia spagnola che vedono sui palchi del Poesia festival anche Benjamin Prado, Fernando Valverde, Daniel Rodriguez Moya, Javier Bozalongo e il cantore di flamenco Juan Pinilla. Forte del successo della scorsa edizione, che ha registrato oltre 15.000 presenze, al suo quinto anno di vita Poesia festival ’09 conferma il fortunato mix di grande poesia e grandi declamatori, rilanciando la formula di festival diffuso con un ampio programma che abbraccia tutto il territorio dei ben otto Comuni organizzatori. Il festival è promosso proprio dai Comuni dell’Unione Terre di Castelli insieme a Maranello, la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Modena, la Fondazione di Vignola, la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e sostenuto da numerosi sponsor privati. La manifestazione è ideata da Roberto Alperoli (già sindaco di Castelnuovo Rangone e ora Assessore alla Cultura del Comune di Modena) con la direzione artistica di Paola Nava e la consulenza di Alberto Bertoni. Sotto le mura di rocche e castelli, nelle piazze medievali, lungo le ciclabili che solcano la campagna, dai borghi antichi degli otto Comuni si compie una passeggiata nei luoghi dell’immaginario poetico di tutti i tempi.

22 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi