Varese

E il Difensore Civico scompare dall’ordine del giorno

vareseDov’è finito? E’ scomparso senza lasciare traccia? Archiviato una volta per tutte, evitando così future, fastidiose lacerazioni? Dall’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale di Varese, in programma lunedì 28 settembre, è scomparso il Difensore civico. Un ordine del giorno fissato ai primi di settembre senza questo punto, ma nessuno impediva che fosse aggiunto. Il problema è che stiamo parlando di un problema che, nelle ultime sedute del Consiglio, aveva creato qualche mal di pancia nelle file della maggioranza. Nonostante vari tentativi, nessun candidato in lizza era mai riuscito a spuntarla. Neppure sul più favorito dai pronostici, Sergio Terzaghi, avvocato, candidato del Carroccio, si è mai arrivati a far convergere tutti i consensi di Pdl, Lega e Udc. Difensore Civico è sembrato diventare sinonimo di voto in libertà. Evidente che anche questa nomina sia una pedina del più grande risiko sui vertici degli enti comunali. Ma sembrava, dalle notizie apparse sulla stampa locale, che la maggioranza un accordo lo avesse trovato, e dunque poteva essere giunto anche il fatidico momento della nomina del nuovo Difensore civico. E invece no: il Difensore non appare neppure più nell’ordine del giorno. Sta aumentando i consensi il partito trasversale (tra maggioranza e opposizione) di chi ritiene il Difensore un lusso inutile? O è ancora guerra nella maggioranza e nessuno vuole cadere vittima del fuoco amico?

21 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi