Gallarate

Bondi nella fondazione che gestisce la Gam. Si profila accordo con la Triennale di Milano

L'assessore Peroni

L'assessore Peroni

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha deciso di aderire alla Fondazione che gestirà la Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, che si trasferirà nella nuova sede di via De Magri nella primavera 2010. Lo ha annunciato il sindaco Nicola Mucci, affiancato dall’assessore alla Cultura, Isabella Peroni, e dal presidente della Commissione Cultura, Alessandro Petrone. “Si tratta – ha sottolineato il primo cittadino – di un caso unico a livello nazionale, dato che il Ministero non si è mai impegnato così direttamente in realtà che si occupano di arte moderna e contemporanea”. In concreto, il Ministero nominerà un suo rappresentante sia nel Consiglio di Gestione della Fondazione che nel Comitato Tecnico Scientifico. “A coronamento di una serie di incontri avuti con il ministro Sandro Bondi e con il suo staff – ha proseguito il sindaco – è giunta un’ulteriore, importante novità, ovvero la decisione, maturata contestualmente alle consultazioni avute a Roma, di stipulare un accordo per avviare una collaborazione fra la Galleria di Gallarate e la Triennale di Milano. Il documento, allo studio, è, in parte, già steso. In tal modo, la nuova Gam nasce con una base che le consente di avere un canale di collegamento con un’istituzione di grande prestigio a livello nazionale e internazionale, con positive ricadute sia sulla sua operatività che sul “respiro” delle future iniziative”.

19 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi