Politica

Leghisti, anche a Varese traduzione in bosino?

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Anche a Varese gli interventi e i comizi degli esponenti del Carroccio avranno la traduzione simultanea in dialetto? Come accade a Milano, alla Festa della Lega Nord in corso negli spazi di Cassina Anna a Bruzzano, nel Milanese. Lo ha annunciato Matteo Salvini, eurodeputato, segretario provinciale del partito di Bossi e capogruppo a Palazzo Marino, il politico che in passato aveva proposto carrozze della metropolitana “per soli milanesi”. Tutti gli interventi alla festa saranno tradotti simultaneamente dall’italiano in dialetto, tranne quello del senatur (“no, tradurre Bossi no: sarebbe una bestemmia”, dice Salvini). Anche a Varese accadrà? Anche nella città giardino gli interventi dei leghisti si potranno, d’ora in avanti, ascoltare con traduzione simultanea in bosino? Qualche passo avanti, nella vicina Como, già è stato fatto: il centralino del Comune chiede se si vogliono ascoltare le informazioni in comasco o in italiano. A Palazzo Estense per ora non accade, ma chissà. Forse si potrebbe, un giorno, introdurre la traduzione simultanea anche nelle sedute del Consiglio comunale. E avanti di questo passo. Si vedrà. Nel frattempo accontentiamoci di sapere che qualche aggancio con la festa provinciale di Milano della Lega, quella con la traduzione simultanea nel dialetto di Carlo Porta, già c’è: si esibiranno i gruppi varesini “I Sifoi” e “Sem chi inscì”.

17 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi