Cultura

Il Nobel Nadine Gordimer, protagonista al Festival di Mantova, se la prende con Berlusconi

Silvio Muccino

Silvio Muccino

Il Festivaletteratura di Mantova può riservare anche queste sorprese: che sul premier sia un premio Nobel ad intervenire. Nell’affollata conferenza stampa tenuta dal Premio Nobel, Nadine Gordimer, la scrittrice che, con Doris Lessing, è l’altra voce femminile di lingua inglese nella letteratura sudafricana, non ha nascosto le sue idee circa Berlusconi. “In una democrazia nessuno si può considerare al di sopra della legge”, ha detto la scrittrice-simbolo della lotta anti-apartheid, che ritiene il premier italiano “un esempio di corruzione”. La signora della letteratura, piccola, minuta e tenace, ha poi dato lettura di fronte ad un pubblico di fans al racconto “Beethoven era per un sedicesimo nero”, che dà il nome all’ultima delle opere pubblicate in Italia dal suo editore, la Feltrinelli. Una lettura seguita in assoluto silenzio dai tanti lettori che per ascoltare Nadine hanno fatto una lunga fila per acquistare il biglietto. Tra i numerosi spettatori, in incognito, era seduto anche un fan sfegatato della Gordimer, l’attore e regista Silvio Muccino.

11 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi