Economia

Laboratorio innovativo Liuc su radiofrequenze sale sul podio dei protagonisti della ricerca

liucLa Identificazione a Radio Frequenza, meglio nota come RFId, è un metodo di identificazione automatica che sfrutta segnali a radiofrequenza per leggere i dati contenuti in dispositivi chiamati tag RFId consentendo agli oggetti di fornire da soli informazioni su loro stessi. Un laboratorio che da anni lavora su questo terreno è il Lab#ID, il giovane laboratorio RFId nato all’interno della facoltà di Ingegneria dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC grazie al contributo della Camera di Commercio di Varese e della Regione Lombardia e con la collaborazione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese,  è stato accreditato in QuESTIO come Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico (CRTT). QuESTIO, acronimo di Quality Evaluation in Science and Technology for Innovation Opportunity, è lo strumento attraverso il quale la Regione Lombardia ha reso disponibile sul web (www.questio.it) il repertorio dei protagonisti della ricerca, del trasferimento tecnologico e dell’innovazione in Lombardia.  Uno strumento rivolto alle imprese, alle associazioni e ai privati che devono orientarsi e acquisire servizi di ricerca e di trasferimento tecnologico, e agli stessi centri di ricerca per favorire la conoscenza e il confronto reciproco. In virtù dell’accreditamento, indicato dalla presenza dalla rosa camuna,  il simbolo della Regione Lombardia,  il Lab#ID può partecipare anche ai bandi che lo richiedono. Il Lab#ID (labid.liuc.it) nasce nel 2007 all’interno della Facoltà di Ingegneria dell’Università Carlo Cattaneo grazie al contributo della Camera di Commercio di Varese e della Regione Lombardia e con la collaborazione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese che hanno voluto fornire al territorio e, in particolare alle imprese, uno strumento di trasferimento tecnologico a supporto della competitività. Attraverso l’intensa attività di informazione, formazione e networking, il Lab#ID diffonde la conoscenza dei sistemi RFId e del valore che creano per le aziende.  Facilita inoltre la loro adozione da parte delle aziende clienti, realizzando progetti che combinano l’innovazione tecnologica con i cambiamenti organizzativi. Dall’inizio della sua attività, il Lab#ID ha realizzato per una trentina di organizzazioni, pubbliche, private e filiere, studi di fattibilità per l’introduzione dei sistemi RFId, test e progetti pilota, sia in ambiti in cui l’impiego di sistemi di identificazione è ormai consolidato, sia in contesti in cui l’introduzione di tecnologie RFId è ancora sperimentale o del tutto innovativa: tracciabilità, localizzazione, efficienza dei processo logistico e produttivo, gestione documentale e degli asset, gestione del rischio in sanità. Nel 2008, Lab#ID e Cedites hanno creato l’RFId Italia Award, il premio per i migliori progetti RFId realizzati in Italia giunto quest’anno alla seconda edizione.

10 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi