Politica

Politica, se il Cardinale sale in cattedra. Al via le sue scuole

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Aria nuova in politica. Proseguendo sulla via imboccata dal Cardinal Martini, che lanciò le prime  scuole socio-politiche rivolte ai giovani mentre si avvicinava lo Tsunami-Tangentopoli,  ora la Chiesa ambrosiana ci riprova. Dopo le lontane esperienze della seconda metà degli anni ’80 e della prima metà dei ’90, e dopo un sorta di prova generale fatta lo scorso anno, la diocesi milanese, in collaborazione con un cartello di 35 tra enti e associazioni cattoliche (Ac, Caritas, Acli e altri), lancia una Scuola di formazione sociale e politica dal titolo “Date a Cesare quel che è di Cesare”, parole che non lasciano margini ai dubbi circa l’importanza del valore della laicità in politica. L’iniziativa è rivolta ai giovani dai 18 ai 30 anni, e si articola in 5 corsi-base, più un master avanzato a Milano. Tra i relatori dei corsi, la medaglia d’oro alla Resistenza, don Giovanni Barbareschi, l’economista Stefano Zamagni, il sociologo Maurizio Ambrosini, il presidente emerito della Corte Costituzionale, Valerio Onida. Le iscrizioni possono essere effettuate anche on line (www.scuolaformazionepolitica.org) oppure telefonando al numero 02.58391395. Un’iniziativa importante per il mondo cattolico, ma non solo: la formazione alla politica è diventata ormai un ricordo d’altri tempi. I tempi in cui la politica era partecipazione dal basso e impegno quotidiano. Riallacciare i fili con quel modo di fare politica, rileggendolo alla luce del cambiamento, è una sfida coraggiosa e interessante.

9 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi