Varese

Fontana esterna su Expo e dintorni

Attilio Fontana

Attilio Fontana

Esternazioni del sindaco di Varese, Attilio Fontana, sull’Expo prossima ventura a margine della presentazione della Fiera di Varese 2009. E’ noto come il Carroccio sia, nell’ambito del centrodestra, il più sospettoso nei confronti dell’evento. Al punto che l’asse tra Bossi e Tremonti da tempo mette il bastone tra le ruote dell’Expo milanese. Oggi Fontana ha espresso perplessità sull’organizzazione dell’evento, posizioni importanti dato che il primo cittadino varesino è una “new entry” nel Cda di Fiera Milano Spa. “Da quando è stata assegnata l’organizzazione dell’Expo a Milano – ha detto – è cambiato il mondo”. Una nuova situazione che deve fare ragionare sulle infrastrutture da realizzare per l’Expo. “A causa della crisi in corso e delle attuali difficoltà, vedo con qualche perplessità la necessità di realizzare i nuovi padiglioni per la manifestazione, così come la possibilità poi di riutilizzarli. Forse sarebbe il caso di ospitare  l’evento nei padiglioni già esistenti della Fiera”. Per quanto poi riguarda la partecipazione della gente all’Expo, Fontana è stato chiaro. “Se non c’è un vero coinvolgimento della gente da un punto di vista culturale – ha continuato Fontana – una manifestazione come l’Expo rischia di fallire. Varese è una tra le poche province della Lombardia che ha già messo in cantiere proprie iniziative (Expo Village e, quest’anno, ExpoKids). E comunque Varese è disponibile, per quel poco che può fare, a dare una mano alla riuscita dell’Expo”.

8 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi