Varese

Nuovo tavolo per il Sacro Monte. Obiettivo: “rivitalizzarlo”

home2_01Prima, nel 2003, il riconoscimento da parte dell’Unesco come patrimonio dell’umanità. Poi, nel triennio 2005-2007, un ricchissimo calendario di eventi per il Quartocentenario della sua costruzione. E poi? Cosa è accaduto al Sacro Monte, quello che le guide definiscono il grande monumento all’arte e alla fede di Varese? Poco o nulla: qualche polemica, qualche tavolo istituzionale, qualche proposta rimasta lettera morta, come la realizzazione di cinque nuove Cappelle dedicate ai cinque “Misteri luminosi” (se ne sa più nulla?). Ora si torna a parlare del Sacro Monte. Dopo le polemiche, recenti, per la festa dei cento anni della funicolare, poco partecipata, da un comunicato stampa di palazzo Estense si apprende che, per impulso del sindaco di Varese, si è incontrato “un qualificato gruppo di personalità per riprendere le fila di un progetto di rivitalizzazione del Sacro Monte di Varese a partire dalle problematiche relative alla mobilità ed all’accesso al sito”. Un nuovo tavolo, insomma, al quale hanno partecipato, citiamo ancora dal comunicato, “oltre al Sindaco, l’Assessore regionale Raffaele Cattaneo, il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli, S.E. Mons. Luigi Stucchi, il Prevosto di Varese Mons. Gilberto Donnini, il Presidente del Parco del Campo dei Fiori Giuseppe Barra, il ViceSindaco di Varese Giorgio De Wolf, l’Assessore Gladiseo Zagatto e, per l’Associazione “Amici del Sacro Monte” Paolo Zanzi, oltre a diversi tecnici degli Enti interessati”. Bene. Quali i risultati del confronto avvenuto in Comune? Quali le iniziative messe in agenda? “Al termine del confronto, che è risultato assai costruttivo e nel quale è emersa la forte e condivisa volontà di costruire un progetto risolutivo degli attuali problemi – continua il comunicato -, i presenti hanno assunto l’impegno di ritrovarsi nel breve dopo aver valutato, ognuno per la propria competenza, le diverse proposte avanzate”. Purtroppo, su queste ultime, nulla è dato a sapere.

4 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi