Chiesa

A Venegono Tettamanzi presenta il nuovo anno pastorale della diocesi. Parte la settimana di Gazzada

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Due importanti appuntamenti che riguardano il mondo cattolico interessano questa settimana il nostro territorio: la tre giorni decani che, alla presenza del cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano, si sta svolgendo a Venegono Inferiore e la XXXI Settimana europea «Nel cuore dell’Europa», sulla storia religiosa di Francia, Germania e Italia, che si terrà a Villa Cagnola (Gazzada) da domani 1 fino al 5 settembre. Dalle 15 di oggi al pranzo di mercoledì 2 settembre il Seminario di Venegono Inferiore ospita la Tre Giorni Decani, tradizionale incontro di inizio anno pastorale presieduto dall’Arcivescovo. È l’occasione per uno sguardo rivolto al nuovo anno, che si aprirà l’8 settembre in Duomo, nella festa della Natività della Beata Vergine Maria. In apertura della Tre Giorni il cardinale Tettamanzi presenterà ai Decani le linee del prossimo cammino di Chiesa. Nella mattinata di martedì si terrà una presentazione a più voci, a partire dall’intervento conclusivo dell’Arcivescovo all’Assemblea sinodale del Clero in Duomo il 20 maggio scorso, La Chiesa di Antiochia “regola pastorale” della Chiesa di Milano. Nel pomeriggio di martedì i lavori proseguiranno a gruppi divisi per zona pastorale. Mercoledì si farà il punto sulle Comunità pastorali e ci saranno le conclusioni dell’Arcivescovo. Quanto, invece, alla settimana di studi promossa a Gazzada da La Fondazione Ambrosiana Paolo VI, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia, riguarda la storia religiosa di Francia, Germania e Italia, e si avvale di un Comitato scientifico composto dai professori Cesare Alzati e Giorgio Picasso (Università Cattolica del Sacro Cuore), Paola Vismara (Università degli Studi di Milano), Annibale Zambarbieri (Università degli Studi di Pavia). La Settimana, che anticipa la pubblicazione di tre volumi sulla storia religiosa di Francia, Germania e Italia, propone a docenti, ricercatori, universitari, persone interessate, un excursus dalla prima cristianizzazione alla situazione attuale, letto nel contesto culturale, sociale e politico di quest’area, che è stata il motore trainante della nuova unità del continente dopo il secondo conflitto mondiale. Conclusioni, sabato 5 settembre, di monsignor Adriano Caprioli, vescovo di Reggio Emilia.

31 agosto 2009 - Andrea Giacometti - direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi