Cultura

La prima volta del “Chiara” nella piazza di “Parolario”

home2_interno

Mauro Gervasini

E’ la prima volta del Chiara a “Parolario”, la manifestazione che si svolge a Como dal 29 agosto al 13 settembre, ed è giunta alla sua nona edizione. Quest’anno, nell’ambito di quello che gli organizzatori definiscono poeticamente come “un viaggio lungo sedici giorni, rimanendo però sempre seduti in riva al Lago di Como”, lunedì 31 agosto, alle ore 17, in piazza Cavour, il cartellone di “Parolario” propone, come “Incontro con l’autore”, la presentazione del volume “Come il maiale. Piero Chiara e il cinema”, con Mauro Gervasini, redattore del settimanale «Film Tv» e giornalista radiofonico per Popolare Network, autore della prima monografia italiana dedicata al “polar” (Cinema poliziesco francese, Genova 2003) e di vari saggi in volumi collettivi. Insieme a Federico Roncoroni (consulente editoriale, scrittore e saggista, responsabile dell’Archivio di Piero Chiara), Gervasini ha documentato e studiato il rapporto tra lo scrittore di Luino e il cinema, evidenziandone i momenti felici e i numerosi contrasti. Il titolo può apparire singolare e un po’ provocatorio, ma si riferisce a una frase dello stesso Piero Chiara: “I miei racconti e i miei romanzi sono per me come il maiale per il contadino: non si butta via niente”. Il libro ripercorre il tema della scrittura cinematografica di Chiara, l’analisi dei soggetti da lui scritti per il grande e il piccolo schermo e delle sceneggiature dei film tratti dai suoi libri cui ha collaborato. Ma anche i film che, negli anni Settanta e Ottanta, registi come Alberto Lattuada, Dino Risi, Marco Vicario, Paolo Nuzzi, lo storico assistente di Federico Fellini, hanno tratto dai suoi romanzi e dai suoi racconti. Romanzi e racconti che negli esempi più alti – come “Venga a prendere il caffè… da noi” (tratto da “La spartizione”) e “La stanza del vescovo” – hanno saputo coniugarsi alla perfezione con la poetica dei singoli registi e con le più alte suggestioni della “commedia all’italiana”. Il volume è impreziosito da un soggetto inedito di Piero Chiara, dal catalogo di tutti i suoi documenti autografi e dattiloscritti relativi al cinema e dall’elenco di tutte le interviste rilasciate dallo scrittore sull’argomento.

28 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi