Chiesa

La fede nel cuore dell’Europa. La settimana di Villa Cagnola

home2_01Sono aperte le iscrizioni alla XXXI Settimana Europea a Villa Cagnola di Gazzada, appuntamento annuale promosso dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia. Quest’anno il convegno approfondirà la storia del cristianesimo “Nel cuore dell’Europa: storia religiosa di Francia, Germania e Italia”, mettendo contestualmente a tema tre Paesi, che hanno costituito il motore trainante di una nuova unità del Continente europeo, avviata dopo il secondo conflitto mondiale. Si proporrà un excursus dalla prima cristianizzazione alla situazione attuale, secondo una prospettiva di storia religiosa, inserita nel contesto culturale, politico e sociale, di un’area che rappresenta non solo geograficamente il “cuore” dell’Europa. Per ogni paese vengono anticipati alcuni saggi dell’ampio progetto editoriale, in tre volumi, destinato a completare la collana “Europa ricerche” (con 22 volumi disponibili e altri in preparazione) delineando un quadro storico-religioso di Francia, Germania e Italia, che riprende i temi e l’aggiornamento delle prime “settimane”, dedicate a questi paesi dal 1979 al 1981, di cui però non sono disponibili gli atti. La ripresa offre l’occasione di un confronto internazionale, sul piano metodologico e sullo stato degli studi, a cui partecipano oltre ai relatori anche altri noti specialisti, autori dei tre volumi in preparazione. Il lavoro trentennale sulla storia religiosa europea svolto dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI, che ha coinvolto e appassionato oltre seicento storici dei vari paesi del Continente, intende riprendere le motivazioni ideali, che fin dall’inizio hanno sostenuto la proposta, e riproporne, con particolare attualità in questo momento storico, la chiave di lettura costituita dal “sogno” espresso dall’allora arcivescovo di Milano, Giovanni Battista Montini, all’Alpe Motta il 12 settembre 1958: «… ma il giorno in cui una circolazione libera di pensiero e di amicizia, di una cultura comune dovesse fondere i diversi popoli, l’unità spirituale diverrebbe realtà… Abbiamo bisogno che un’anima unica componga l’Europa, perché davvero la sua unità sia forte, coerente, sia cosciente e benefica». Il convegno, si svolgerà dal 1 al 5 settembre nella prestigiosa cornice di Villa Cagnola che conferma la sua vocazione e il suo credito per appuntamenti di grande momento e di pregevole livello. Le domande di iscrizione al convegno dovranno pervenire entro il 20 agosto compilando la “scheda” scaricabile sul sito www.villacagnola.it o una lettera (con i dati personali e un recapito telefonico), indicando la frequenza come residente o pendolare. Il corso rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e automaticamente riconosciute dall’Amministrazione scolastica, secondo la normativa vigente, e dà luogo – per insegnanti di ogni ordine e grado – agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione.

19 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi