Varese

Il Teatrino “Gianni Santuccio” cambia timoniere?

home1_01Teatrino “Gianni Santuccio” di Varese, si cambia marcia. Dopo il suo affidamento diretto, senza gara d’appalto, da parte del Comune di Varese, all’associazione culturale “Il Vellone”, ora Palazzo Estense cambia idea. E pubblica un bando pubblico per la gestione del “Santuccio”, uno spazio che finora è parso assai poco valorizzato, con iniziative e manifestazioni in genere piuttosto modeste. Ora “Il Vellone”, l’associazione sulla quale, in Consiglio comunale, una dura interrogazione del consigliere Pd Roberto Molinari attende risposta, sembra fare un passo indietro e per la gestione del teatrino di via Sacco si apre una gara. Da quanto risulta dagli atti, il Comune dà in concessione gratuita, fino al 31 dicembre 2010, il Teatrino, rivolgendosi ad una realtà che “dovrà organizzare e svolgere, in sua esclusiva e piena responsabilità, attività in campo culturale e per il tempo libero rivolte alla cittadinanza varesina e al pubblico in generale”. Chi si farà avanti? Difficile fare previsioni, anche se una clausola del bando (“aver eseguito, nel triennio 2006/2007/2008 almeno un servizio analogo a quello messo a gara”) riduce sensibilmente i possibili contendenti e può consentire un toto-gestore. Tanto più che il mondo della cultura e del teatro varesini sono in fibrillazione, con nuove realtà che stanno per debuttare. Termine massimo per fare arrivare candidature e proposte per la gestione del “Santuccio”, le ore 12 dell’8 settembre, mentre il Teatrino verrà aggiudicato il giorno dopo, anche se sul tavolo del Comune arriverà un’unica offerta valida.

19 agosto 2009 - Andrea Giacometti - direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi