Canton Ticino

Donne dell’alta Val di Blenio negli “scatti” di un pioniere

mostra_internoScatti in bianco e nero che potano impresso il segno del tempo: sono le vintage prints, stampe originali realizzate da Roberto Donetta, fotografo che visse tra ‘800 e ‘900, ora raccolte in una mostra visitabile a Corzoneso, nell’alta val di Blenio. La vallata è un paesaggio da cartolina Svizzera che porta al passo dal Lucomagno (Lukmeinerpass 1914 metri di altitudine, segna il confine tra Canton Ticino e Grigioni), ottima meta per un’escursione in montagna da compiere in una afosa giornata estiva. Tappa intermedia può essere appunto Corzoneso dove, nella frazione di Casserio presso l’archivio Donetta è stata allestita la mostra dal titolo “Le donne di Roberto Donetta”: si tratta di 39 vintage prints, stampe originali, realizzate come copie a contatto, prodotte cioè senza l’ausilio di un ingranditore ma con un semplice torchietto che il fotografo esponeva per qualche secondo alla luce del sole. Alcuni dei soggetti in mostra sono già conosciuti, altri sono del tutto inediti. La caratteristica di tutte queste immagini sta però nel fatto di conservare ancora ben impressa l’impronta del loro autore. Le immagini in mostra sono solo una parte di un patrimonio fatto da 600 stampe che affrontano temi differenti: il filo conduttore dell’esposizione è quello dei volti femminili, ritratti singoli o di gruppo in cui sono impresse le fattezze di villeggianti, ma anche di semplici donne del posto e operaie della fabbrica di cioccolato Cima Norma di Dangio che dava lavoro a molti abitanti della valle. La mostra resta aperta fino al 31 agosto dal giovedì alla domenica e nei giorni festivi dalle 14 alle 17 (ingresso libero). Chi volesse unire all’interesse artistico quello per il paesaggio, può arrivare fino ad Olivone centro abitato in cima alla valle dove, dalla frazione di Acquacalda si dipartono i sentieri che permetto di ammirare un paesaggio mozzafiato: tra le proposte una passeggiata pressoché in quota (dislivello 156 metri) per un tragitto di circa 2 ore e mezzo tra panorami e scorci mozzafiato.

16 agosto 2009 - Paola Provenzano - p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi