Regione

Comitato per la legalità al Pirellone

expoContro il rischio di infiltrazioni criminali il Pirellone vara un comitato per la legalità, composto da 4 super-esperti a servizio dello Stato. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha annunciato che in questo modo “dichiariamo guerra all’illegalità, contrastiamo il rischio di infiltrazioni di cosche mafiose, della ‘ndrangheta”. Per Formigoni si tratta di una scelta inevitabile, perché “il rischio è alto, lo percepisco alto. Credo di avere un duplice dovere in questa fase, quello di realizzare le infrastrutture che abbiamo programmato e vigilare perché vadano a vantaggio di imprese sane e dell’economia”. Il comitato si insedierà a settembre, e di esso faranno parte personaggi noti per la loro storia di lotta in favore della legalità. I componenti sono Salvatore Boemi, magistrato amico e collaboratore di Giovanni Falcone; Giuseppe Grechi, presidente emerito della Corte d’Appello di Milano; il generale Mario Mori, prefetto della Repubblica; il colonnello Giuseppe De Donno, capo di Gabinetto di Mori quando questi fu direttore del Sisde. Hanno dato la loro disponibilità gratuita, per un’azione di vigilanza preventiva, per approfondire lo studio di procedure di controllo e prevenzione. Una tappa fondamentale in un momento in cui avanzano le infrastrutture in Lombardia, anche quelle collegate con l’evento dell’Expo 2015.

9 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi