Varese

Portatori di handicap, anziani, mamme, le prime misure

home2_01A quindici giorni dalla partenza dei lavori in viale Milano, il Comune di Varese affronta le misure che vengono incontro a coloro che non possono attraversare la zona del cantiere servendosi dei sottopassi. Un problema che il nostro giornale “Varesereport” aveva sollevato all’indomani della partenza dei lavori, un problema che riguarda portatori di handicap, anziani, mamme con carrozzine. In occasione di un sopralluogo al cantiere al quale hanno partecipato gli assessori Zagatto e D’Aula, il comandante della polizia locale Degaudenz, tecnici delle Ferrovie Nord e del Comune, sono state comunicate alcune misure. Escluse passerelle che costeggino l’area del cantiere o elevatori automatici che consentano di utilizzare i sottopassi, in quanto “troppo costosi”, come si è espresso l’assessore Zagatto, “con una spesa che riguarderebbe soltanto gli otto mesi in cui durerà il primo lotto dei lavori”. Si è optato, invece, per una più economica copertura dei dislivelli dei marciapiedi e l’eliminazione delle scale che portano al cavalcavia delle Nord (sostituite da rampe), mentre non è ancora sicuro il passaggio pedonale che collegherà le Nord con il McDonald’s. Inoltre, saranno potenziati i passaggi pedonali di via Morosini, dove ieri si è verificato un incidente che ha coinvolto un pedone: due nuovi attraversamenti pedonali, uno in piazza XX Settembre di fronte al cinema Politeama, l’altro in via Morosini (zona centrale), vanno ad aggiungersi a quello già esistente tra via Morosini e la piazza. Infine saranno rimarcate le strisce pedonali entro la fine di questa settimana.

5 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi