Cinema

Piccolo genio al Festival di Locarno. “Vitus” nella pellicola di Murer e in un concerto live

vitus_newsPer la 62esima edizione, il Festival internazionale del film di Locarno si associa alla Union of Film Music Composers Switzerland (UFMC) per celebrare il «Centenario della Musica da Film». I festeggiamenti avranno inizio mercoledì 5 agosto, alle ore 17, presso l’Auditorium Fevi, con una proiezione speciale di “Vitus” di Fredi M. Murer (2006 ), quale preludio alla serata di apertura del Festival. Racconta la storia di un bambino prodigio che, da piccolissimo, suona il piano, gioca a scacchi, legge enciclopedie e fa i conti a mente come un matematico. Quando i genitori capiscono le potenzialità del bambino, iniziano a  indirizzarlo verso la musica, lo studio e il sacrificio. Cometa detto il regista, “è giusto che i genitori amino i loro figli, ma devono ricordarsi che non li appartengono. I figli appartengono a loro stessi”. “Vitus” sarà presentato a Locarno in versione abbreviata, rimontata appositamente dall’autore per l’occasione. Al termine della proiezione, Teo Gheorghiu, il giovane pianista e interprete principale del film, suonerà per il pubblico, accompagnato dall’Orchestra della Svizzera italiana, sotto la direzione di Mario Beretta, compositore delle musiche originali del film. Il film con Teo Gheorghiu e Bruno Ganz, vincitore del Premio del cinema svizzero 2007 come Miglior film, nello stesso anno ha rappresentato la Svizzera nella corsa agli Oscar e ha riportato un notevole successo di pubblico.

3 agosto 2009 redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi