Varese

Tony Manero rivive nel Cile di Pinochet. La pellicola di Larrain proposta alla Sala Urano del Miv

maneroProsegue il ciclo “UranoEstateCinema”, la serie di prime visioni d’autore proposta al Multisala Impero di Varese, e che ha tagliato il nastro della sua terza edizione. Alla Sala Urano, diretta dal critico cinematografico Maurizio Fantoni Minnella, un lungometraggio che parla di un sogno tra dittatura e miseria. Il film in questione è “Tony Manero”, una pellicola del regista cileno Pablo Larrain del 2008. Siamo Santiago, negli anni Settanta: il giovane analfabeta e violento Raul Peralta è ossessionato dal protagonista del leggendario film “La febbre del sabato sera”, al punto da volerlo mettere in scena a teatro con un gruppo di amici. Ma quando la realtà gli sfugge tra le mani, egli scopre di essersi trasformato in un assassino. Un film duro, metaforico e ossessivo, senza speranza, raccontato dal punto di vista del protagonista, un poveruomo che agisce in una realtà sociale miserabile basata sulla paura e sulla violenza di un regime tra i più crudeli dell’America Latina. Premio per il miglior film al Torino Film Festival e Premio Fipresci. Il film è in cartellone dal 31 luglio al 3 agosto, feriali alle ore 20.10 e 22.20, sabato e domenica alle ore 18, 20.10, e 22.20.

1 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi