Varese

Prezzi al consumo, a Varese le vacanze sono per pochi

varesePrezzi in salita nel mese di luglio per quanto riguarda il Comune di Varese. Prezzi quasi sempre e quasi tutti con il segno più, ma aumenti minimi, se si guarda i prezzi su base congiunturale, cioè se si fa un confronto tra luglio e giugno di quest’anno, dall’abitazione, acqua, elettricità, gas e combustibili (+0,5%), alla ricreazione, spettacoli, cultura (+0,4%), ai trasporti (+0,3%). Certo, non mancano piccole flessioni, per quanto riguarda i prodotti alimentari (-0,4%), abbigliamento e calzature (-0,2%), servizi sanitari e spese per la salute (-0,2%). Assai più forte lo scarto se il confronto viene fatto tra luglio 2009 e il luglio dell’anno precedente, come si dice un confronto su base tendenziale: allora l’istruzione denuncia un +2,1%, i prodotti alimentari  un +2%, la cultura +1,0%. Ancora più grave è la situazione se si guardano a dati più precisi e, in particolare, sempre su base congiunturale, alcune voci che riguardano le vacanze delle famiglie: i pacchetti vacanze tutto compreso (+9,6%) e gli stabilimenti balneari (+12,6%). Altra voce, nel dettaglio, che risulta fortemente in salita sono i trasporti, con un trend pari a + 9,5%, per quanto riguarda i trasporti aerei, con i voli intercontinentali  che segnano un +28,1% ed europei (+10,3%). In salita anche i trasporti marittimi e per vie d’acqua (+9,7%). In crescita anche altre voci che riguardano le famiglie che stanno per partire per le agognate ferie: quasi inavvicinabili i camping (+18,6%) e i tanto gettonati agriturismo (+10,6%). A luglio, con un confronto congiunturale, cioè restando nel 2009, vedono ben, per quanto riguarda i prodotti alimentari freschi,  i vegetali (-2,2%), la frutta (-2,2%), il pesce  (-0,9%). Così come il capitolo abbigliamento e calzature, che mostra un leggero calo.

31 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi