Musica

Weekend musicale d’eccellenza con “Interpretando suoni e luoghi”, tra chitarra e canto “a cappella”

4ottave_internoDoppio appuntamento musicale nel weekend, il 25 e 26 luglio, per il ricco cartellone della rassegna “Interpretando suoni e luoghi”, manifestazione finanziata dal programma Interreg 2007-13, con l’obiettivo di creare una stagione musicale stabile in Provincia di Varese, nel territorio delle Comunità montane. Le melodie suggestive della chitarra di Antonio Dominguez saranno le protagoniste della serata del 25 luglio. L’esibizione, dal titolo “Giochi sulle corde”, comprenderà brani di Scarlatti, Giuliani, Tarrega e Malats. Il concerto, organizzato in collaborazione con l’Associazione “Momenti Musicali”, si svolgerà nella chiesetta di Sant’Antonio di Castelveccana (ore 21, ingresso libero): di origini remotissime, l’edificio presenta una struttura romanica che la farebbe risalire all’XI-XII secolo. Rimaneggiata nelle epoche successive, divenne meta di pellegrinaggi devozionali che partivano da molti paesi della Valcuvia e della Valtravaglia. Antonio Dominguez, allievo del professor Aureo Herrero, è un musicista dotato di una profonda musicalità e di una amplissima e variegata tavolozza timbrica. Il suo vasto repertorio comprende brani della tradizione segoviana, con una particolare predilezione per la musica da camera, la musica contemporanea e la musica folkloristica. Vincitore di numerosi concorsi internazionali, è apparso molto giovane sulla scena internazionale. Fra i suoi impegni più recenti, si segnalano l’inaugurazione, in agosto 2004, del Centro Aureo Herrero, ad Avila, in Spagna, una tournée in Catalogna nel 2005 in duo con il flauto di pan, l’invito come ospite d’onore nel 2005 al Festival Meltiques e Clermont-Ferrand. In Italia è regolarmente invitato al Festival di Castiglione del Lago e dall’Associazione Momenti Musicali. Sarà invece Villa Della Porta Bozzolo di Casalzuigno, la bella proprietà del Fai (Fondo Ambiente Italiano), a fare da palco all’evento musicale inserito nel festival “Jazz in Maggiore”. L’ensemble vocale “Quattrottave” (un gruppo canoro a cappella, che cioè si esibisce senza accompagnamento musicale) presenterà, domenica 26 luglio (ore 21, ingresso gratuito), uno spettacolo di musica jazz e pop a cappella dall’accattivante titolo “Let’s Jive!”. Il gruppo vocale è nato ufficialmente nel 1997, sotto la direzione di Fabio Parmeggiani. Dopo l’esperienza comune del “Piccolo Coro di Milano” di Adriana Mascagni, il contatto con la musica a cappella degli Stati Uniti e lo studio del canto contemporaneo hanno portato alla costruzione di un repertorio che spazia dalla musica popolare al gospel, dalla polifonia classica al pop e al jazz, con arrangiamenti originali e d’autore. “Quattrottave” ha sviluppato nel tempo tre concerti a tema, sempre rigorosamente “a cappella”: il concerto natalizio “Voices for Christmas”, il concerto-spettacolo pop “24 hours a-day” e il concerto a tema sacro “The Way: la strada, la via, il cammino”. Nella primavera del 2008, attraverso la collaborazione con Valentina Buttafarro che ne cura la regia, è nato “Quattrottave Tonite”, un po’ concerto un po’ spettacolo teatrale, viaggio paradossale attraverso le canzoni verso la bellezza. Due importanti appuntamenti, dunque, per una rassegna che presenta un calendario di 24 appuntamenti musicali tra luglio e dicembre, incorniciati da suggestivi e significativi luoghi dell’alto Varesotto: ancora una volta eventi culturali di qualità si collocano in altrettante sedi che rappresentano autentici beni culturali da conoscere, apprezzare, tutelare.

24 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi