Teatro

Ritornano i Legnanesi, 60 anni di successi rivivono in una serata di risate ai Giardini Estensi

legnanesiLa compagnia dei Legnanesi è ormai una presenza fissa nel cartellone del Teatro di Varese. Una presenza che riempie ogni volta il teatro, richiamando fans da Varese e oltre. Nell’ambito del cartellone estivo, la storica compagnia “en travesti” porta nella città giardino, mercoledì 22 luglio, alle ore 21.30, sotto il tendone ai Giardini Estensi, lo spettacolo “Una vita… nei cortili”, rivista in due tempi di Felice Musazzi e Antonio Provasio (la regia è dello stesso Provasio). La compagnia è nata con lo spettacolo “E un dì nacque Legnarello”, era l’8 dicembre 1949, e quella fu la prima rappresentazione assoluta di questa compagine teatrale fondata, in quello stesso anno, dal grande Felice Musazzi presso l’oratorio della città altomilanese. La  compagnia è oggi composta dal mitico trio Provasio, Dalceri e Campisi, rispettivamente nei panni della Teresa, della  Mabilia e del Giovanni, più molti altri collaboratori, dai boys ai tecnici, agli elettricisti, alle sarte. In tutte le commedie i personaggi della compagnia, con l’aggiunta dell’ambientazione del cortile, hanno saputo rendere unico il genere e lo spettacolo, raccontando le storie della tipica famiglia lombarda, chiamata ovviamente Colombo, che in tutti questi anni ha aumentato il sentimento di immedesimazione del pubblico, proiettandolo nella vita quotidiana avvolta dalle sue gioie e i suoi dolori. In ogni rivista c’è tutto il talento del gruppo, dal sogno dei balletti alla realtà sociale del cortile, dalle scene umoristiche ispirate all’attualità ai tradizionali cliché comico-sentimentali, uniti da un tenue filo conduttore e dalla grande presenza scenica dei personaggi. E così I Legnanesi, in occasione del sessantesimo anniversario della loro fondazione, hanno deciso di festeggiare questo glorioso momento proponendo sul palcoscenico uno spettacolo che ripercorre la storia della compagnia, con le scene che l’hanno resa indimenticabile.

20 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi